Scuole e rete viaria, la Provincia investe  25 milioni in 3 anni
Il presidente della Provincia Elio Moretti

Scuole e rete viaria, la Provincia investe

25 milioni in 3 anni

Il presidente Elio Moretti ha approvato il piano triennale e quello annuale delle opere pubbliche. Quattro milioni al Mattei di Sondrio e 5 per la Trivulzia.

Riqualificazione degli edifici scolastici, manutenzione della rete stradale di competenza e dei ponti con un impegno economico triennale di 25 milioni di euro. Sono questi gli interventi cardine previsti nel programma triennale delle opere pubbliche 2020-2022 adottato ieri dal presidente della Provincia Elio Moretti in attesa del passaggio in consiglio provinciale per l’approvazione definitiva.

Ammontano a poco meno di 10 milioni di euro, 9,3 milioni precisamente, gli investimenti iscritti nell’elenco annuale (con tanto di priorità indicate) per i quali è previsto l’avvio delle procedure di affidamento nel corso del prossimo anno. Complessivamente, sul triennio 8,2 milioni di euro sono destinati agli edifici di proprietà, quelli che ospitano le scuole superiori e poco più di 17 milioni alla viabilità provinciale, per la manutenzione dei circa 400 chilometri di strade provinciali.

«Anche quest’anno abbiamo redatto un programma triennale che prevede importanti interventi sul patrimonio provinciale - dice Moretti -. Le somme appostate sono state convogliate per lo più su edifici scolastici che necessitano di migliorie per una più consona fruibilità da parte degli studenti che a scuola devono sentirsi come a casa e, per quanto riguarda la viabilità, si è scelto di intervenire dove si riscontrano maggiori criticità, sia per quanto attiene la manutenzione straordinaria, sia per quanto concerne le nuove realizzazioni. Con l’individuazione di questi interventi c’è il massimo impegno della Provincia nel risolvere le situazioni più difficili che necessitano di una più immediata risposta, al fine di offrire ai valtellinesi e ai turisti servizi adeguati».

E dunque una programmazione che si svolge lungo un doppio binario. In questi anni l’impegno della Provincia sulle scuole per garantire sicurezza ai ragazzi è stato massimo. E anche in questo bilancio, palazzo Muzio dedica una parte importante delle risorse alla sistemazione degli stabili.

I principali investimenti riguardano la riqualificazione dei laboratori didattici dell’Itis Mattei di Sondrio (4 milioni di euro), l’efficientamento energetico del polo scolastico Alberti di Bormio (un milione di euro) e la realizzazione di un nuovo impianto sportivo al Pinchetti di Tirano (2,7 milioni). Istituto quest’ultimo già oggetto di importanti opere di sistemazione come il rifacimento della copertura e l’adeguamento alla normativa antincendio.

Per quanto concerne la rete viaria, invece, gli interventi economicamente più rilevanti sono la variante sulla Trivulzia in località San Pietro (5 milioni di euro), la variante al tratto sommitale della provinciale 28 delle Motte di Oga (4,6 milioni di euro), la manutenzione straordinaria del ponte “Vanoni” sull’Adda a Morbegno (1,5 milioni di euro) e la manutenzione straordinaria del ponte di attraversamento sempre dell’Adda tra Fusine e Berbenno (1,4 milioni di euro).

Altri interventi prioritari, seppur di minor importo, riguardano la manutenzione straordinaria e la messa in sicurezza di alcune strade provinciali: la Trivulzia (400mila euro), la provinciale di Isola (duecentomila euro), quella del Gavia e la Orobica (697mila euro), la provinciale dei Cech Orientale (300mila euro), quella della Valmalenco (250 mila euro), la provinciale di Tartano (250mila euro) e le Valeriana occidentale, Valeriana orientale e Panoramica del Terziere di Mezzo per altri 697mila euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA