Scomparso da due giorni  Mobilitati 30 uomini dei soccorsi
Le forze dell’ordine coordinano l’intervento (Foto Selva)

Scomparso da due giorni

Mobilitati 30 uomini dei soccorsi

Tremezzina, l’ultimo avvistamento nel primo pomeriggio di giovedì

Sedici ore di ricerche minuziose lungo i quattro Municipi di Tremezzina non hanno purtroppo permesso di ritrovare Franco Gavioli, 75 anni, residente a Lenno. La macchina dei soccorsi, coordinata dai carabinieri con il maggiore Filippo Bentivogli e il maresciallo Paolo Lo Giudice, ha visto impegnati tra giovedì sera - quando è scattato l’allarme poco dopo le 19, dopo il mancato rientro a casa - e ieri una trentina tra carabinieri, tecnici della stazione Lario-Occidentale e Ceresio del Soccorso alpino guidati dal capo-stazione Lorenzo (e che hanno potuto contare sul prezioso supporto di “Tivàn”, un border collie addestrato per la ricerca di persone disperse), vigili del fuoco di Como e Menaggio e i volontari della Protezione civile di Maslianico. Ieri pomeriggio anche un elicottero dei vigili del fuoco ha sorvolato i Municipi di Tremezzina, focalizzando l’attenzione nell’area compresa tra i torrenti Perlana e Pola.

Nelle ricerche, ieri a metà pomeriggio è stato messo un punto fermo e cioè che uno degli ultimi avvistamenti di Franco Gavioli è avvenuto alle 15 di giovedì in via delle Mele a Tremezzo. Carabinieri, soccorso alpino, vigili del fuoco e protezione civile hanno perlustrato, nel dettaglio, la zona di Pola (jn prossimità della Scalotta), l’area impervia sotto il Santuario del Soccorso e il sentiero che porta alla Torre del Barbarossa di Ossuccio, ma anche il promontorio del Lavedo, la zona sopra l’Abbazia dell’Acquafredda a Lenno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA