ScarpatettiArte, pennellate di novità a Sondrio
La presentazione dell’edizione numero 22 di ScarpatettiArte, in programma sabato 13 e domenica 14 luglio

ScarpatettiArte, pennellate di novità a Sondrio

Il 13 e 14 luglio. Alla consueta rassegna nel quartiere storico si aggiunge il premio “Città di Sondrio” 2019. Si tratta di un concorso per valorizzare la creatività en plein air che dà nuovo lustro alla manifestazione.

Sarà ancora più ricca l’edizione di quest’anno (la numero 22) di ScarpatettiArte, in programma sabato 13 e domenica 14 luglio a Sondrio, organizzato dall’associazione culturale Scarpatetti in collaborazione con il Comune di Sondrio e il Bim e il sostegno di vari sponsor privati: oltre alla mostra a cielo aperto lungo le vie della contrada del capoluogo, al concorso ad essa abbinato e alla mostra “Anime di Scarpatetti” (di cui riferiamo a parte), quest’anno, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, è stato istituito il premio “Città di Sondrio” 2019.

Si tratta di un concorso dedicato all’arte estemporanea: gli artisti partecipanti dovranno realizzare dal vivo, direttamente a Scarpatetti, entro le 16 di domenica 14 luglio un’opera (pittura, grafica, scultura o installazione) ispirata proprio alla contrada sondriese che verrà poi valutata da un’apposita giuria di esperti. Il vincitore si aggiudicherà un premio di 500 euro, messo a disposizione dall’amministrazione comunale di Sondrio. Può prendere parte alla kermesse sia chi già partecipa a ScarpatettiArte sia artisti interessati solamente al premio “Città di Sondrio”: per tutti, l’importante sarà presentarsi alla segreteria della manifestazione, in piazza Quadrivio, per essere accreditati e la vidimazione del materiale che servirà alla realizzazione dell’opera, e poi rispettare la scadenza prevista per la consegna dell’opera stessa.

«Vogliamo - ha sottolineato l’assessore alla cultura del Comune di Sondrio Marcella Fratta - premiare la creatività en plein air, l’ispirazione legata all’emozione di prendere parte a ScarpatettiArte, al contesto o al paesaggio. Vogliamo valorizzare al meglio questo momento di vita della città, perché crediamo molto nella valorizzazione della storia, delle radici da cui Sondrio è nata». Ovviamente, il premio “Città di Sondrio” si inserirà nella splendida esposizione di opere d’arte a cielo aperto che è “ScarpatettiArte”, visitabile sabato 13 luglio dalle 12 a mezzanotte e il giorno successivo dalle 11 alle 23. Abbinato alla mostra, il concorso omonimo (premiazione alle 20 di domenica 14 luglio in piazza Quadrivio) che mette in palio rispettivamente 800, 500 e 300 euro per i primi tre classificati. Anche quest’anno i partecipanti a ScarpatettiArte dovrebbero raggiungere la cinquantina, così come nell’edizione 2018 quando furono 53. La manifestazione prevede, inoltre, una serie di iniziative di contorno, illustrate, nel corso della conferenza stampa tenutasi ieri al Mvsa, da Daniele Pirola, segretario dell’associazione culturale “Scarpatetti”: il 13 luglio in serata in piazza Quadrivio si esibiranno le “Mine vaganti”, cover band di Mina e di altri cantanti anni ’60 e ’70; sia sabato 13 sia domenica 14, tra piazza Quadrivio e i giardinetti Sassi torneranno “Otto il Bassotto” e il suo intrattenimento per i più piccoli.

Non mancheranno nemmeno gli appuntamenti letterari: sabato 13 il laboratorio poetico “Poesia e musica..aspettando le stelle” a cura dell’associazione “E Valtellina”; il giorno successivo l’incontro, curato da “Collettivo Qualcosa” con lo scrittore valtellinese Lorenzo Gambetta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA