Scade la gestione della piscina, incertezza sui corsi

Scade la gestione della piscina, incertezza sui corsi

La Progetto nuoto, società che si occupa dell’impianto ormai dal 2006, farà partire regolarmente le sue proposte, ma la programmazione non può andare oltre il 30 settembre, data in cui scadrà la convenzione con il Comune.

L’amministrazione di Sondrio ha già indetto, tramite delibera di giunta, la procedura di gara (il bando vero e proprio deve ancora essere pubblicato) per individuare il nuovo gestore: la Progetto nuoto è in lizza, ma potrebbero arrivare anche altre proposte e dunque, quanto accadrà dal prossimo 1 ottobre è ancora avvolto nell’incertezza.

«Abbiamo presentato una proposta tecnico-amministrativa, per forza di cose incompleta - spiega l’amministratore unico di Progetto nuoto Angelo Gnerre -. Si tratta, infatti, di una proposta complessa e richiede necessariamente un dialogo con l’amministrazione. Abbiamo chiesto la possibilità di ottenere una proroga per completare l’iter, ma questa opzione non è stata ritenuta sufficientemente praticabile da parte degli uffici e quindi verrà indetto un bando. Cercheremo comunque di presentare la documentazione».

La Progetto nuoto proseguirà regolarmente la sua attività fino al 30 settembre, scadenza dell’attuale concessione: «Sarebbe controproducente fermarsi - prosegue Gnerre - non solo per noi, ma anche per gli utenti. Quindi faremo partire i corsi e chiederemo un acconto minimo proprio per il periodo fino al 30 settembre, poi si vedrà».


© RIPRODUZIONE RISERVATA