Santa Lucia, galleria vietata alle autobotti
La variante 38 A, che aggira il centro di Bormio

Santa Lucia, galleria vietata alle autobotti

Promesse disattese: a due settimane dalla inaugurazione resta irrisolto il problema del traffico pesante

L’apertura al transito, solo quindici giorni fa, della tangenzialina di Le Motte in Valdisotto (la cosiddetta strada statale 38 var A che permette di bypassare il centro di Bormio per le autovetture in transito da e per Livigno), non sembra avere risolto tutti i problemi di traffico.

Il principale riguarda il divieto per le autobotti di transitare all’interno della galleria. Rispetto alle previsioni iniziali - che avevano parlato di una galleria inferiore ai mille metri proprio per consentire l’ingresso nel tunnel delle autobotti - ufficializzate nel corso della conferenza stampa di apertura del tracciato, la prima smentita è racchiusa nell’ordinanza Anas numero 398 del 13 dicembre scorso. Il primo e più eloquente divieto riguarda lo stop al transito delle autocisterne che trasportano benzina, mezzi che quotidianamente passano il Foscagno in direzione Livigno.

«Finora – dice il sindaco di Bormio Roberto Volpato –non abbiamo avuto un gran sollievo dall’apertura della tangenzialina ma aspettiamo le giornate da bollino rosso per i primi bilanci. Sicuramente c’è il problema legato ai mezzi pesanti ancora fermi ai semafori del centro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA