«San Bartolomeo, la rinascita alla bellezza»

«San Bartolomeo, la rinascita alla bellezza»

Pioveva, ma nessuno si è lasciato scoraggiare. All’inaugurazione della chiesetta sono arrivati in tantissimi, dalle frazioni e della città, per festeggiare «la sua seconda vita».

«Rinascita alla bellezza» così ha definito l’inaugurazione il vescovo monsignor Diego Coletti, che ha presieduto la prima messa celebrata nell’antico edificio dopo il restauro. La chiesa affacciata sulla città ha ripreso a vivere, dopo tanti anni di difficoltà e un lavoro impegnativo partito dall’inserimento, nel 2010, fra i “luoghi del cuore” del Fai.

Un restauro reso possibile da Fondazione Cariplo, ProValtellina, Credito Valtellinese e Banca Popolare di Sondrio che hanno finanziato le opere

«Non c’è esperienza della gratuità se non c’è gratitudine - ha detto il vescovo -, quindi qui a San Bartolomeo dobbiamo essere riconoscenti a chi questa chiesa l’ha pensata, costruita e custodita nel tempo. Dobbiamo essere sapienti custodi della bellezza , perché quando custodiamo per il futuro qualcosa di bello, facciamo qualcosa di più importante di costruire una strada. Perché la bellezza è qualcosa che vale per sempre, e per custodirla dobbiamo avere competenza, intelligenza e passione».


Leggi l’approfondimento sull’Edizione de La Provincia di Sondrio in edicola il 24 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA