Saldi, partenza soft : «Ma l’impressione  rimane positiva»
È iniziata anche a Sondrio la corsa all’acquisto nei saldi

Saldi, partenza soft : «Ma l’impressione

rimane positiva»

Non c’è stato ieri il botto del primo giorno. «Ma molti negozianti sono stati comunque contenti». Enogastronomia gettonata per gli acquisti di Natale.

Non è stata la proverbiale partenza col botto, ma i saldi invernali secondo i commercianti sondriesi sono iniziati in modo positivo. «La partenza dei saldi in un sabato è diversa dall’inizio al martedì, è chiaro – ha spiegato ieri pomeriggio Manuela Giambelli, presidente mandamentale dell’Unione commercio e numero uno dell’associazione Sondrio shopping -, ma di questo primo giorno in generale non ci si può lamentare. Non si son viste fiumane di gente, in città, ma c’è stato movimento e ho sentito diversi colleghi contenti per l’andamento di questa prima giornata. Tutti speriamo di lavorare bene domani (oggi per chi legge, nda) e nei prossimi giorni, poi dopo il weekend potremo fare un primo bilancio».

L’impressione iniziale piuttosto positiva sembra comunque condivisa anche da altri esercenti, dopo una prima giornata di vendite promozionali che in mattinata ha visto anche la presenza del mercato settimanale (anticipato per la festività), che porta sempre maggiore animazione nella zona interessata.

«I saldi sono iniziati bene, direi – ha rimarcato G ianfranco Bassi -, gente in giro ce n’è e si sta lavorando. Per ora è difficile fare un paragone con lo scorso anno, quando i saldi erano iniziati di sabato, quindi si vedrà meglio nei prossimi giorni. Comunque siamo partiti bene». Punto di partenza sono i risultati di dicembre, che hanno mostrato qualche spiraglio positivo, ha sottolineato la presidente mandamentale dell’Unione commercio, con un quadro che complessivamente pare migliore del recente passato. «Dai primi bilanci fatti nei giorni scorsi, negli acquisti per Natale sono andati benissimo il “food” e l’enogastronomia, regali molto in voga – ha spiegato Giambelli -, un po’ meno bene dello scorso anno invece il settore tecnologia e affini, mentre per abbigliamento e calzature il panorama è più vario, alcuni sono andati bene, altri no. In generale, comunque, non si sono viste le situazioni molto negative segnalate dai colleghi negli anni scorsi. Ora un po’ di ottimismo c’è – ha rimarcato ancora Giambelli -, su abbigliamento e calzature che negli anni scorsi hanno patito molto si vedono segnali un po’ più incoraggianti, speriamo che si concretizzino in questo periodo e anche nei prossimi mesi».

E dopo l’impegno dei primi giorni di saldi, sarà tempo di bilanci anche per le iniziative di piazza promosse dall’Unione commercio nel periodo prenatalizio: la prossima settimana, ha spiegato Giambelli, ci sarà una riunione per tirare le somme dell’edizione 2015, fra luminarie e animazione nel weekend, e confrontarsi anche sui pareri raccolti fra i clienti e i cittadini. «Stando insieme e lavorando per animare la città possiamo ottenere risultati positivi – ha concluso Giambelli -, e per il prossimo anno speriamo di riuscire a fare ancora meglio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA