Saldi, buona la prima a Morbegno: «Tanta gente in giro e clienti nei negozi»
Per la prima serata dei saldi by night anche musica dal vivo a Morbegno

Saldi, buona la prima a Morbegno: «Tanta gente in giro e clienti nei negozi»

Bilancio positivo degli operatori del settore: «L’avvio sembra buono, speriamo anche nel tempo». E c’è chi sottolinea: «Il passaggio favorisce gli acquisti».

Città piena di gente, acquisti che non mancano, anche se sul fronte degli esercenti ci si trova a fare i conti, ad avvio dei saldi, con una stagione «sempre più corta e, quest’anno, scombussolata da un clima instabile». A Morbegno il primo giorno dei ribassi estivi per le attività commerciali, ha visto il centro storico presentarsi tirato a lucido, con negozi aperti e vetrine accese fino a tardi. I saldi by night sono un’occasione per un confronto con il comparto.

«Questo sabato – ha commentato dalla jeanseria Recycled Fiorella Del Barba, una delle figure più attive nella delegazione morbegnese dell’Unione Commercio, turismo e servizi – è stato positivo. Abbiamo avuto tanta gente in giro, anche tanti turisti, si vedono volti nuovi che scelgono la città per una giornata, un pomeriggio di shopping. E questo è apprezzato, sia da noi commercianti sia da tutte le attività e i servizi, che vedono aumentare transiti e presenze». Positivo anche il commento di Fernando Peretti altro dirigente storico del settore a Morbegno. «I saldi nel pomeriggio e serata di sabato sono iniziati bene – ha detto – i negozi erano pieni e c’era un bel movimento, l’avvio, insomma, sembra buono. Anche se la stagione è iniziata da poco, pensiamo che fino a due settimane fa, per quanto riguarda il clima, le massime erano non più alte di 20 gradi. E la stagione appare altalenante. Speriamo ora che il meteo si stabilizzi». Cristina Tarabini, store Idexe, di abbigliamento bimbi in via Garibaldi, nel negozio ha tanta gente. «Scontiamo dal 40 al 70 – spiega – sulla giornata di avvio dei saldi estivi non ci possiamo lamentare. Abbiamo avuto tanti clienti, soprattutto nel pomeriggio». Donatella Libera, che in via Nani conduce con Milena Ciapponi Sottosopra, abbigliamento donna, racconta di «una buona giornata». Parla delle donne, di come “acquistino le donne”. «Per la moda femminile – spiega – i saldi non sono necessariamente un inizio per lo shopping, perché la donna – precisa – compra sempre. Ci sono – dice – le clienti che arrivano per assicurarsi il capo in occasione dei saldi, ma lo shopping al femminile segue direzioni che sono diverse rispetto alla moda uomo. Prevale l’istinto, non si cerca sempre ciò che è necessario. Ed è bello così».

Ginevra Riva, Clips via Fabani, offre una riflessione sul lavoro nei negozi di abbigliamento a Morbegno. «Abbiamo due esercizi moda – precisa – Riva, in via Stelvio, sulla statale, e qui in via Fabani. Sulla grande arteria, la gente arriva puntuale, è un negozio storico, nel centro storico, invece, l’acquisto si sviluppa insieme al passaggio. E purtroppo – dice anche – via Fabani, che è in centro, accostata alle vie Vanoni, Nani, non fruisce dello stesso passaggio di gente». Torna sui temi della durata delle stagioni e del clima Guglielmo Zuccoli, in via Vanoni. «Noi stiamo andando bene ma, certo, i saldi arrivano tardi. E con il caldo che ci è piombato addosso, si vendono camice leggere, bermuda. Per fortuna ormai lo shopping si distribuisce su tutti i mesi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA