Venerdì 18 Ottobre 2013

«Rubava soldi al Comune»

Impiegata dal giudice

Il centro di Dazio, piccolo paese della Bassa Valle

Falso in atto pubblico, peculato e truffa ai danni del Comune di Dazio per il quale lavorava come impiegata economa.

Sono piuttosto pesanti le accuse a carico di una donna residente a Cosio, rinviata a giudizio il prossimo 20 dicembre 2013 dal gup Carlo Camnasio per una serie di fatti che vanno dal 2009 al 2011.

In pratica, almeno stando a quanto si legge nel capo di imputazione, a partire dalla fine gennaio di quattro anni fa aveva cominciato a compilare degli ordini di pagamento da parte del Comune indicando se stessa quale beneficiario.

In calce agli ordini di pagamento falsificava la firma del segretario comunale, peraltro completamente estraneo a questa vicenda.

Con quel documento, si apprende sempre dal capo di imputazione, la donna non faceva altro che presentarsi alla tesoreria dello stesso Comune e incassare il denaro.

Leggi l’articolo completo sull’edizione di venerdì 18 ottobre de La Provincia di Sondrio.

© riproduzione riservata