Rogolo, ignoti aprono un tombino e strappano la fibra ottica
I cavi della fibra ottica tirati fuori dal tombino e lasciati lungo la strada

Rogolo, ignoti aprono un tombino e strappano la fibra ottica

Vandali in azione tra sabato e domenica. Al vaglio le immagini della videosorveglianza.

Aprono un pozzetto nel centro del paese e danneggiano il cavo cella fibra ottica. È successo a Rogolo probabilmente nella notte tra sabato e domenica scorsa e l’accaduto non è sfuggito al Comune che ha subito evidenziato l’accaduto attraverso la sua pagina facebook ufficiale. L’obiettivo è la ricerca dei colpevoli di questo atto di vandalismo «anomalo - come spiega lo stesso sindaco del paese, Matteo Ferrè - visto che ci può stare un rifiuto abbandonato, una scritta sul muro, ma di certo non avevamo mai assistito al sollevamento di un tombino con la rimozione di un tubo in cui scorre la fibra ottica».

Una sorta di sabotaggio, che non ha precedenti neanche in altre realtà valtellinesi, in cui specie in estate capitano incovenienti, causati dalle intemperanze serali di più o meno giovani autori. Il caso di Rogolo riveste una certa gravità.

Tra l’altro la fibra è stata posata di recente grazie a un progetto in accordo tra Comune e una società privata e non è ancora attiva in paese. La stessa società che la gestisce e ne ha curato l’installazione, procederà alla denuncia alle forze dell’ordine.

«Sarà probabilmente necessario un intervento di ripristino attraverso la sistemazione o sostituzione del cavo danneggiato - spiega il sindaco Ferrè - da parte nostra abbiamo già interessato la polizia locale associata che sta provvedendo al controllo delle immagini riprese dal sistema di videosorveglianza mandamentale. Lo scopo è quello di individuare i colpevoli e a questo scopo abbiamo anche chiesto la collaborazione di tutti i cittadini e di quanti abbiano visto o assistito a qualcosa che possa essere di aiuto nelle indagini».


© RIPRODUZIONE RISERVATA