Riprendono le vaccinazioni Le fanno i medici di base
Riprendono oggi le vaccinazioni degli ultra 80enni al Policampus

Riprendono le vaccinazioni
Le fanno i medici di base

Ultra 80enniOggi al Policampus a Sondrio e poi agli ospedali di Chiavenna e Sondalo

Riprendono oggi, dopo la pausa di sabato e domenica, le vaccinazioni anti Covid destinate agli anziani nati dal 1941 in avanti. Si parla di 13.819 persone, in provincia di Sondrio, sulle 726mila lombarde, di cui, buona parte, già prenotate.

Chi autonomamente, sul portale regionale vaccinazionicovid.servizirl.it, chi recandosi in farmacia o chiedendo supporto al proprio medico di medicina generale. Poche, per la verità, le preadesioni richieste dai medici, meno propensi ad effettuare questo tipo di servizio e più propensi, invece, a partecipare alla fase di somministrazione vera e propria.

Il calendario

Tant’è che, da oggi, anche i medici di medicina generale entreranno in turno, nelle sedute vaccinali fissate al Policampus di Sondrio, all’ospedale di Chiavenna, e all’ospedale di Sondalo, padiglione 6. Dalle 9 alle 17, in queste tre location, saranno somministrate le dosi di vaccino Pfizer a tutti gli anziani prenotati. Già fissate anche le sedute di marzo, a Sondrio nei giorni 1, 11, 12, 15, 18, 19 e 22, a Chiavenna l’1, l’11, il 15, il 18 e il 22 e a Sondalo l’1, il 12, il 15, il 19 e il 22.

Certo, a fare la differenza, non è il fatto di fare la puntura al braccio, ma la parte burocratica, perché sono parecchi i moduli da compilare, in primis per il rilascio del consenso informato alla vaccinazione, dopodiché, c’è tutto l’aspetto della ricostruzione della storia clinica dell’anziano e della sua osservazione post somministrazione.

In ogni caso, le prime giornate vaccinali, svoltesi giovedì e venerdì, fra Sondrio, Chiavenna, Morbegno e Sondalo, sono filate lisce come l’olio, salvo, semmai, qualche incolonnamento mattutino al Policampus. E, a riguardo, dagli operatori giunge l’appello a rispettare l’orario fissato, ancipando, al massimo, di dieci minuti.

Domani, poi, proseguirà la seduta vaccinale a Morbegno e, una terza, è prevista giovedì, mentre sono già state fissate anche le date per il mese di marzo, con convocazioni nei giorni 2, 11, 16, 18 e 23.

Giornata clou per le vaccinazioni, domani, anche a Bormio con l’arrivo dei primi over 80, quelli più anziani, al Punto di intervento Areu di via Agoi. Pari a 894 gli anziani da vaccinare in Alta Valle di cui 145 con più di 90 anni.

Qui, si parte un pochino dopo, alle 9.30 e si conclude alle 17.30. Già calendarizzate le date di marzo, precisamente il 2, il 16, il 18 e il 23.

Punto vaccinale

A partire, da mercoledì, sarà, poi, il punto vaccinale di Tirano, con sede al piano terra di Palazzo Foppoli. Anche qui, dalle 9 alle 17, alla presenza, a turno, dei medici di medicina generale. Qui, la campana, suona per 850 anziani spalmati anche su cinque sedute a marzo, l’1, il 3, il 17, il 22 e il 24.

Ancora, giovedì 25, tornano in pista Morbegno, Sondrio e Chiavenna, e si inizia a vaccinare a Berbenno, nella sala teatro Quattro Torri, e Villa di Tirano, al Polifunzionale. Già fissate anche le date di marzo, per entrambi i poli, il 2 il 18 e il 23. A variare, a Berbenno, è l’orario: dalle 8,30 alle 16.

Ancora, venerdì 26, oltre a proseguire la campagna a Sondrio e Sondalo, partirà anche a Dubino, nella Rsa Casa Madonna del Lavoro, per un migliaio di anziani del posto, di Delebio, di Andalo e della Costiera dei Ceck. Con ripresa, a marzo, nei giorni 3, 19 e 24.

Infine, due le sedute vaccinali fissate al distretto sanitario di Chiesa in Valmalenco, per 470 persone, il 2 e il 23 marzo, e, nelle stesse date, a Livigno, in Plaza Placheda.

In tutte le realtà non ospedaliere, va detto, fondamentale l’apporto della Protezione civile provinciale per gli allestimenti e il presidio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA