Rinforzo nel settore amministrativo  Nuovo personale all’Azienda sanitaria
Giusy Panizzoli tra Alessandra Parolini ed Emanuela Tanzi, nella commissione di selezione del concorso

Rinforzo nel settore amministrativo

Nuovo personale all’Azienda sanitaria

Sono 27 le unità per i settori Affari generali, Risorse umane e Aree territoriali. E ieri sono stati deliberati due nuovi bandi per 40 infermieri e 15 operatori socio sanitari.

Rinforzo nel settore amministrativo e nuova linfa in arrivo anche tra infermieri e operatori socio sanitari per l’Asst ValtLario. Dopo sei anni di blocco delle assunzioni la direzione strategica dell’Azienda socio sanitaria territoriale, col supporto tecnico del settore Risorse umane, diretto da Emanuela Tanzi, e il responsabile del Dipartimento amministrativo, ha deciso di assumere 27 nuove unità: 24 attraverso procedura pubblica di selezione per il ruolo di assistente amministrativo (categoria C) a tempo determinato e tre unità di coadiutori amministrativi (categoria B) a tempo indeterminato individuati utilizzando le liste di collocamento.

Un’iniezione di risorse, «principalmente giovani leve residenti in Valtellina - fanno sapere dall’Asst - che non poteva più attendere, essendo indispensabile qualificare ulteriormente l’Azienda anche con riguardo ai profili amministrativi, per supportare gli uffici nella gestione ordinaria e, ancor più, per far fronte ai nuovi assetti organizzativi introdotti dalla legge di evoluzione del sistema socio sanitario lombardo».

«È molto importante per l’Azienda l’introduzione di nuovo personale amministrativo in un settore fermo, rispetto alle assunzioni, da qualche anno - sottolinea Giusy Panizzoli, direttore generale di Asst ValtLario - ma, al contempo, fortemente coinvolto, al pari dei clinici, dalle novità normative e organizzative prodotte dalla riforma sul territorio della nostra Asst. Occorre, infatti, riservare attenzione non solo al personale sanitario, ma anche alla componente amministrativa, parimenti importante per il buon funzionamento di un’organizzazione complessa come un’Azienda sanitaria. Pertanto la nostra attenzione è stata rivolta anche al personale dei servizi amministrativi e tecnici, ospedalieri e territoriali, con l’obiettivo di garantire sempre più efficienza all’operato dell’Azienda».

Il personale amministrativo neo assunto «andrà a supportare i settori dell’Azienda che più necessitano di risorse aggiuntive - spiega Carlo Maria Iacomino, direttore amministrativo di Asst ValtLario - così da creare condizioni ottimali per dar corso a tutte le novità normative e organizzative cui siamo chiamati. Unità di personale verranno, quindi, assegnate, via via, a settori nodali come gli Affari generali, le Risorse umane e le Aree territoriali, con particolare riguardo, peraltro, al potenziamento dei servizi a più stretto contatto col pubblico quali il Centro unico di prenotazione (Cup), e l’Ufficio di relazioni col pubblico (Urp)».

Ma non è finita con il settore amministrativo per quanto riguarda il potenziamento del personale all’interno dell’Azienda. L’Asst ValtLario ha infatti deliberato proprio ieri altri due bandi di concorso per l’assunzione a tempo indeterminato di almeno quaranta infermieri e di almeno quindici operatori socio sanitari, da destinare sia ai presidi che ai servizi ospedalieri e territoriali aziendali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA