Revocata l’ordinanza di chiusura  Per il Tracciolino “persi” 4 mesi
Uno spettacolo la visuale offerta dal Tracciolino

Revocata l’ordinanza di chiusura

Per il Tracciolino “persi” 4 mesi

Novate Mezzola, può finalmente partire la stagione per il sentiero su cui fanno affidamento molte strutture in Valle.

Revoca dell’ordinanza di chiusura arrivata ieri per il Tracciolino. Parte, e parte con quasi quattro mesi di ritardo, la stagione turistica per il tracciato di mezzacosta che collega Valle dei Ratti e Valcodera. Lavori finiti sia per quanto riguarda il disgaggio leggero delle pareti sia per la galleria artificiale realizzata dalla Comunità Montana nella zona dello “svincolo” per San Giorgio.

Passi avanti che hanno spinto il sindaco di Novate Mezzola Pierangelo Nonini a revocare la precedente ordinanza di chiusura del percorso. Un percorso che lo scorso anno aveva fatto registrare circa 10 mila passaggi e che quest’anno è rimasto praticamente sempre chiuso.

Un macigno pesante per le attività turistiche della zona. Non solo quelle in quota. L’ordinanza di chiusura risale all’inizio del mese di aprile. In pratica una settimana dopo la riapertura dopo il periodo di pausa invernale, quando il percorso è considerato poco sicuro per la presenza di neve e ghiaccio. Al Tracciolino, decauville di proprietà di Edison e concessa agli enti locali, che l’hanno messa in sicurezza in base a una convenzione mettendo sul piatto circa 600 mila euro, rimangono scampoli di stagione.

Due mesi e mezzo circa, prima che con la fine del mese di ottobre si arrivi a una nuova chiusura. Anche in quel caso, però, dipenderà dall’evoluzione del meteo. «Ci sono ancora lavori da fare – ha spiegato il primo cittadino di Novate Mezzola – ma ora il percorso viene considerato sicuro e, quindi, possiamo procedere con la sua riapertura».


© RIPRODUZIONE RISERVATA