Reati tributari e corruzione  Arresti della GdF a Lecco
AUTO PATTUGLIA DELLA GUARDIA DI FINANZA ALL'USCITA DEL COMANDO DELLA COMPAGNIA DI BERGAMO (Foto by Colleoni)

Reati tributari e corruzione

Arresti della GdF a Lecco

Ventuno in tutto e ordinanze di custodia emesse dal Gip di Monza

Sono coinvolti anche dei lecchesi nell’operazione condotta dalla guardia di Finanza di Monza che ha portato all’arresto di ventuno persone in esecuzione di un’ordinanza del gip di Monza per associazione a delinquere finalizzata a reati tributari e fallimentari, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e corruzione. Tra gli arrestati, dieci dei quali in carcere, un ex magistrato e due avvocati. Arresti anche in provincia di Milano, Monza e Brianza, Bologna, Asti e Reggio Calabria.

Tra i beni sequestrati dalla Guardia di Finanza di Monza nell’ambito dell’inchiesta «Domus Aurea» c’è anche l’hotel Cà Sagredo di Venezia che, fino a poche settimane fa, ospitava «Support», opera costituita da due grandi mani dell’artista Lorenzo Quinn, installata in occasione della Biennale d’arte e rimossa ai primi di maggio. L’inchiesta coordinata dal pm di Monza Salvatore Bellomo ha portato all’arresto di 21 persone, tra cui l’imprenditore brianzolo Giuseppe Malaspina e l’ex magistrato Gerardo Perrillo che prestava servizio alla Sezione fallimentare del Tribunale di Monza.

Tra i beni sequestrati anche lo stabile che ospitava l’hotel Gritti di Milano, a pochi metri dalla Scala, e un maneggio a Oggiono (Lecco). Gli arrestati sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata a reati tributari e fallimentari, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio e corruzione


© RIPRODUZIONE RISERVATA