«Razza bianca», scontro anche in provincia

«Razza bianca», scontro anche in provincia

Parte subito con polemica la campagna elettorale per le elezioni regionali del 4 marzo, ancor prima che i nomi degli aspiranti consiglieri siano stati ufficializzati.

Le parole del candidato alla presidenza per il centrodestra Attilio Fontana che a Radio Padania ha affermato che «la razza bianca è a rischio» a causa degli immigrati hanno provocato reazioni a livello nazionale, internazionale, a sinistra, ma anche a destra con la necessità di porre rimedio a quello che lo stesso Fontana qualche ora dopo ha detto essere «un errore espressivo».

«Quella di Fontana, preoccupato della purezza della razza, non è la mia Lombardia - ha twittato il sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova -. La mia Regione non è chiusa e sconfittista come vuole la Lega. Ma forte, ricca, innovativa perché aperta, accogliente, tollerante. Una Lombardia più europea, alternativa al razzismo, protesa al futuro».

Ieri è toccato al responsabile federale degli enti locali della Lega, nonché candidato in pectore per la corsa in Regione, Massimo Sertori chiarire la posizione di Fontana e del partito nel corso della trasmissione televisiva di Antenna 3. «Conosco personalmente Fontana da anni, era presidente dell’Anci quando io ero a capo dell’Upl, ed è un uomo mite, moderato - ha esordito l’ex presidente della Provincia di Sondrio -. Parlare di razza è stato un errore, come lui stesso ha chiarito, ma ciò non toglie che l’immigrazione sia un grosso problema in Lombardia, regione che ospita la più grande percentuale di migranti. Il problema è che la situazione non è stata gestita dal governo, mentre la Lega ha dimostrato in questi anni di saperlo fare».

«E meno male che Fontana è un candidato moderato - commenta Michele Iannotti, più che probabile candidato del Pd con Gori -. Becero parlare alla pancia delle persone per portare a casa qualche voto. Siamo ad una deriva preoccupante della politica che i cittadini non meritano.Quello dell’immigrazione è un tema serio a cui, certamente, va data risposta, ma non con proclami o farneticazioni. Fontana parli anche di come intende risolvere il problema più urgente di questa Regione, quello del lavoro: Gori lo sta facendo mettendolo al centro del programma elettorale con proposte serie e concrete».

© RIPRODUZIONE RISERVATA