Ragazzi da 10 e lode premiati in Comune

Ragazzi da 10 e lode premiati in Comune

«Una festa per gli studenti, per la scuola e la famiglia». Complimentandosi con otto alunni meritevoli dei quattro istituti comprensivi di Sondrio, nella sala consiliare di Palazzo Pretorio ieri pomeriggio l’assessore all’Istruzione Marcella Fratta ha consegnato le borse di studio.

Sono le prime istituite dall’amministrazione a favore di bambini che a giugno hanno terminato la scuola primaria e di ragazzi che si sono diplomati con voti eccellenti sostenendo l’esame di Stato alle medie.

A fare gli onori di casa, con la fascia tricolore come nelle “grandi occasioni”, il sindaco Marco Scaramellini: «Abbiamo scelto questa location così voi, che siete i cittadini del futuro, potete conoscere da vicino il cuore amministrativo della città, visitando gli spazi dove si prendono decisioni importanti. Noi tutti dobbiamo avere rispetto, perché la vita democratica passa proprio da queste aule».

Un assegno dal valore di 300 euro è stato consegnato agli alunni che hanno concluso la primaria, 500 euro invece ai neodiplomati, che due giorni fa tra l’altro hanno iniziato il loro percorso alle scuole superiori. Per il comprensivo Sondrio Centro, diretto da Ombretta Meago, sono stati premiati Elisa Muffatti e Martina Libera (10 e lode il suo voto di diploma), oggi studentessa del liceo classico Piazzi Perpenti, mentre del comprensivo Paesi Retici applausi ad Elia Castorino e a Pietro Negrini (10 e lode), con i quali si è complimentata la loro dirigente Raffaela Giana. Nicolò Moroni e Michele Pugnetti sono stati i premiati del comprensivo Paesi Orobici, sotto la dirigenza di Maria Pia Mollura. Accompagnati dal rettore delle Scuole Pio XII Francesca Cannizzaro, infine, sono stati premiati Benedetta Della Ferrera ed Elisa Delvò, iscrittasi allo scientifico Donegani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA