Quanta sporcizia lungo la nuova statale
Il gruppo di volontari che ha contribuito a ripulire diverse zone di Delebio

Quanta sporcizia lungo la nuova statale

Super lavoro per i 120 volontari di Andalo, Delebio e Rogolo impegnati nella giornata del verde pulito. Tra i tanti oggetti lanciati dalle auto soprattutto bottiglie in vetro e i guanti usa e getta del distributore di carburante.

Circa 120 volontari al lavoro nel fondovalle tra i comuni di Andalo, Delebio e Rogolo per la giornata del verde pulito che le tre amministrazioni comunali hanno fatto coincidere domenica. Un ampia parte del fondovalle ha visto intervenire associazioni e cittadini, con una folta partecipazione di ragazzi e bambini, per riportare il decoro negli spazi pubblici e cura dell’ambiente.

A Rogolo si è registrato un boom di presenze: più di 50, complessivamente sono stati i volontari impegnati «a partire da protezione civile, alpini, pro loco e amministrazione comunale – dice il sindaco Matteo Ferrè che ha partecipato alla giornata – oltre a tanti abitanti che si sono armati di buona volontà e hanno coinvolto anche i bambini con grandi risultati. Siamo intervenuti sotto il viadotto della nuova statale 38, area di proprietà Anas, lungo tutte e due le sponde della provinciale Rogolo-Mantello, la nostra pista ciclabile, la zona dietro a Iperal dove ci sono il lavatoio e un terreno dove volano sempre i guanti usa e getta del distributore di benzina e lungo il fosso che scende verso la Cranchi. Le zone in cui si è raccolta più spazzatura sono sicuramente quelle in corrispondenza della nuova 38 e della provinciale per Mantello dove abbiamo ritrovato tantissime bottiglie di vetro».

Nel vicino paese di Andalo sono stati una quarantina i partecipanti al verde pulito compresi protezione civile, pro loco e gruppo alpini: «Ai bambini sono state affidate le aree a verde e i parchi gioco – spiega l’assessore Alan De Rossi – su cui sono intervenuti affiancati da volontari adulti. Abbiamo ripulito la zona dei Burnigui, il lungo Lesina, la zona della pista ciclabile, l’area industriale e della strada statale 38. Interveniamo ogni anno e ogni anno non è poco il materiale che si ritrova buttato in giro».

A Delebio circa 30 tra cittadini, amministrazione (con il vicesindaco Ilario Moretti e il consigliere Gabriele Corgatelli), protezione civile, pro loco e cittadini tra i quali molti giovani hanno raccolto in una mattinata intensa di lavoro un container intero di rifiuti. «Divisi in squadre abbiamo operato nella zona ovest del paese in località Poncina - spiega Corgatelli - nell’area industriale di Tavani, sulle piste ciclabili lungo l’Adda, la provinciale 30 Orobica occidentale, sotto la nuova statale 38. In paese sono state ripulite le aree a verde pubblico e il viale della stazione. L’ingresso del paese lungo la provinciale Orobica e la zona sottostante e intorno alla nuova statale 38 sono sicuramente quelle in cui si è concentrato il maggior quantitativo di rifiuti raccolti, con ogni evidenza gettati dalle auto di passaggio. Quest’anno abbiamo raccolto la partecipazione di diversi ragazzi, alcuni dei quali hanno preso parte a questo appuntamento per la prima volta quindi siamo soddisfatti oltre che del lavoro svolto anche del messaggio veicolato con l’iniziativa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA