Mercoledì 01 Ottobre 2014

Puntuale e veloce

Ecco il Coradia

L’arrivo del treno ieri a mezzogiorno a SondrioMaurizio Del Tenno, Alberto Cavalli, Luca Della Bitta e Alcide MolteniIl Coradia ha raggiunto i 130 km/h

Neppure l’investimento di un cervo in Bassa Valle, che pure di prima mattina qualche disagio sulla linea l’ha creato, è riuscito a fermare la corsa del nuovo Coradia Meridian, uno dei tre convogli composti da due treni ciascuno che da qui alla fine dell’anno percorreranno stabilmente la linea Milano-Monza-Lecco-Sondrio-Tirano.

Il primo, come ampiamente annunciato, è partito alle 10,20 dalla Centrale di Milano, salutato anche dal sottosegretario regionale Ugo Parolo ed è arrivato puntuale alle 12,19 in stazione a Sondrio dove ad attenderlo, oltre ai normali pendolari, c’erano anche il sindaco del capoluogo Alcide Molteni e il neo presidente di palazzo Muzio Luca Della Bitta, oltre ad alcuni rappresentanti sindacali e qualche curioso. E a Sondrio hanno concluso la loro corsa l’assessore regionale alle Infrastrutture Alberto Cavalli e il suo predecessore Maurizio Del Tenno che per primo aveva presentato il progetto di rilancio della linea ferroviaria promettendo i treni nuovi.

Un debutto fortunato per il convoglio composto da due treni accoppiati da cinque carrozze l’uno per un totale di oltre 504 posti a sedere e 4 posti per disabili in carrozzella e anche veloce.

«Il macchinista mi ha confessato di aver toccato i 130 km/h - ha detto Cavalli -, cosa che non pare essere proprio usuale su questa linea. Al di là di questo siamo molto soddisfatti. La bella giornata ci ha consentito di confermare l’importanza, in chiave turistica, di questa tratta che unisce Milano alle Valli passando per il lago». Dunque il programma di potenziamento della rete ferroviaria, strategica per il comparto turistico locale prosegue «anche nei tempi - ancora Cavalli -. Entro fine anno entreranno in funzione anche gli due nuovi convogli (altri quattro treni, cioè) con la loro livrea verde in Centrale non sfigurano a fianco dei Freccia rossa». E proseguirà anche il potenziamento della linea, necessario per far viaggiare i Coradia che «più brillanti», mangiano però anche più energia. «Ricordiamo che sono stati messi 6 milioni per gli investimenti sulla rete per far funzionare questi treni e che complessivamente saranno fatti lavori per trenta» ha sottolineato facendogli eco Del Tenno. Sottosegretario sondriese più che mai felice - «è una goduria» le sue parole precise - perché «abbiamo mantenuto quello che ho promesso».

© riproduzione riservata