«Pronto soccorso? No, scantinato»
Una anziana in pronto soccorso

«Pronto soccorso? No, scantinato»

La difficile situazione logistica nella denuncia del dottor Marco Tam, del Sindacato dei medici italiani

Marco Tam, medico di famiglia a Sondrio e responsabile provinciale dello Smi, Sindacato medici italiani, non usa mezzi termini nel riferirsi alla realtà del pronto soccorso di Sondrio di cui abbiamo riferito pochi giorni fa in ordine al boom di accessi che si stanno registrando negli ultimi mesi.

«Nulla da dire sulla professionalità di medici e infermieri che vi lavorano e sull’appropriatezza diagnostica che ne scaturisce - afferma -, ma, logisticamente, ci stiamo riferendo alla realtà peggiore di tutta la Lombardia. E lo posso dire, perché, in veste di consigliere regionale e membro della Commissione Sanità, a suo tempo, avevo visitato tutti i pronto soccorso regionali e posso assicurare che quello di Sondrio era e resta il peggiore. «Versa in un assurdo stato di “cantinato”, dove i pazienti vengono fatti attendere senza che si ponga alcuna attenzione al disagio che deriva loro dall’assenza di spazi consoni e confortevoli».

Il servizio su La Provincia di Sondrio in edicola oggi


© RIPRODUZIONE RISERVATA