Proiezioni di luce su palazzi e chiesa  Un bosco incantato sotto il campanile
Luca Borzi, Cristina Maspes e Manuela Giambelli

Proiezioni di luce su palazzi e chiesa

Un bosco incantato sotto il campanile

Sondrio, lo spettacolo di luci voluto dai Commercianti sarà attivato fino al 6 gennaio. Giambelli: «Un progetto di cui andiamo orgogliosi» - Maspes: «Speriamo che altri si uniscano».

Fra immagini proiettate sui palazzi storici e giochi di luci piazza Campello diventa un «bosco incantato», per creare un’atmosfera natalizia speciale. Nei giorni scorsi le prove tecniche delle proiezioni hanno suscitato grande curiosità fra i sondriesi, con tantissime foto e filmati pubblicati sui social network, e da ieri l’Unione commercio ha inaugurato ufficialmente l’iniziativa: la torre ligariana, il lato sud della Collegiata, palazzo Pretorio, la sede del Credito valtellinese sono i fondali per una proiezione che crea «uno scenario fantasy», fra neve, abeti e luci in movimento.

Lo spettacolo sarà attivato tutte le sere fino al 6 gennaio, dalle 17 all’una, per creare un’atmosfera speciale in centro città, come ha spiegato ieri la presidente di Sondrio shopping e dell’associazione mandamentale dell’Unione commercio Manuela Giambelli, presentando l’iniziativa insieme a Cristina Maspes - componente del direttivo del sodalizio - e Luca Borzi, segretario dell’associazione mandamentale.

«È la prima volta che la nostra città si presenta vestita a festa in questo modo - ha rimarcato Giambelli -, è un progetto di cui andiamo molto orgogliosi e al quale abbiamo lavorato fin dall’estate. L’idea era di attivare la proiezione sabato, in occasione della partenza della lotteria, ma vista la grande curiosità dei cittadini e le tante richieste abbiamo deciso di anticipare di qualche giorno».

La maxi-proiezione è curata da un’azienda specializzata, la Proietta di Torino (protagonista, fra l’altro, del “Magic light festival” di Como), ed è realizzata con il contributo di numerosi sponsor - Aevv Energie, Bim, Consorzio di tutela bresaola della Valtellina, Credito Valtellinese, Cristina Maspes abbigliamento, studio dentistico Antonio Grimaldi, Edilbi, Gruppo Maganetti, studio commercialista Francesco Grimaldi, Impresa Rigamonti, Lanzi informatica, San Marco, Sertori, Valtecne - e con il sostegno del Comune, che si fa carico dei costi dell’energia elettrica. «Sarà un Natale unico - ha sottolineato Giambelli -, con un allestimento degno di un capoluogo di provincia. Il “bosco incantato” di piazza Campello contribuisce al clima delle festività natalizie e rende Sondrio più accogliente, richiamando persone dal resto della provincia e offrendo un bel biglietto da visita per i turisti che vorranno visitare la nostra città». E primi riscontri sono stati decisamente positivi, ha rimarcato Maspes, con «tanti complimenti da parte di clienti e cittadini» già dopo le prove delle proiezioni effettuate nei giorni scorsi.

«Molti colleghi commercianti hanno espresso il loro apprezzamento – ha proseguito Maspes -, con un’iniziativa come questa si respira un’aria più frizzante nella nostra città, che ne ha bisogno. Speriamo che tanti altri operatori si uniscano ai prossimi progetti».

L’associazione mandamentale infatti non ha intenzione di fermarsi qui, hanno rimarcato Giambelli e Maspes: «Stiamo iniziando a pensare in grande – hanno assicurato – e siamo pronti a studiare altre iniziative per dare lustro al capoluogo, a beneficio di commercianti e operatori del turismo e dell’intera città».


© RIPRODUZIONE RISERVATA