Venerdì 20 Giugno 2014

Petrini: “Cibo e libertà”

La serata al Campus di Lecco

Carlo Petrini

Le previsioni del tempo per domani - martedì - sono molto incerte, e allora l’attesissimo incontro con Carlo “Carlin” Petrini, fondatore di Slow Food, non si terrà in piazza Garibaldi come previsto inizialmente ma al Campus universitario di via Previati, che ha già ospitato l’affollatissimo incontro con Davide Van De Sfroos.

Dopo la serata del debutto, che ha visto protagonista la filosofia, con Silvano Petrosino, il bis con Guido Tonelli, studioso e ricercatore del Cern di Ginevra, e il tutto esaurito di martedì con il cantautore Davide Van De Sfroos, il ciclo delle Primavere di Lecco - organizzato da La Provincia - guarda già all’ultimo appuntamento di questa prima edizione.

Martedì 24 giugno alle 20.45, al campus universitario di via Previati sarà ospite Carlo “Carlin” Petrini, fondatore di Slow Food che parlerà su “Cibo e libertà, per coltivare il futuro”. Ovvero il cibo come strumento di liberazione, di riscatto dai gioghi del profitto a tutti i costi, dalla disuguaglianza e dall’oppressione, come difesa dell’ambiente e delle persone. E’ questa la filosofia che sta dietro alla nascita di Slow Food e che Petrini porta avanti con orgoglio in tutto il mondo promuovendo la sua battaglia per la diffusione di culture, tradizioni e saperi che rendono il cibo prima di tutto un piacere.

“Figlio di un’ortolana e di un ferroviere, Petrini ha studiato Sociologia all’Università di Trento. Si occupa di enogastronomia dal 1977 e ha partecipato attivamente alla nascita del Gambero Rosso. Fonda la “Libera e benemerita associazione degli amici del barolo» che nel luglio 1986 diventerà Arcigola. Il 9 dicembre 1989 a Bra viene fondato il movimento internazionale Slow food”, scrive Wikipedia..

L’appuntamento è una tappa di avvicinamento a Expo 2015 e ci farà entrare nella filosofia di Petrini in cui il cibo e l’etica sono connessi. Petrini è davvero una figura internazionale e il Guardian lo ha indicato tra le 50 persone che potrebbero salvare il mondo. Una serata da non perdere. Info e prenotazioni sul sito: www.leprimaveredilecco.it

© riproduzione riservata