Preti, altro giro di nomine  Don Fornera va a Bormio
Don Fabio Fornera, nuovo arciprete di Bormio

Preti, altro giro di nomine

Don Fornera va a Bormio

Chiesa Il sacerdote di Piateda sostituisce don Alberti, rettore del seminario

Ha impiegato meno di due settimane il vescovo Oscar Cantoni per nominare «un degno sostituto», come lui stesso aveva promesso ai parrocchiani di Bormio, dell’arciprete don Alessandro Alberti, nuovo rettore del Seminario vescovile di Como.

Si tratta di don Fabio Fornera, 46 anni, originario di Boffetto di Piateda. La nomina, resa noto ieri dalla curia vescovile, era già stata annunciata a Bormio sabato sera alla Messa prefestiva e poi ancora ieri a tutte le celebrazioni festive.

Nato a Sondrio il 15 marzo 1974, è stato anche a Sondrio, vicario parrocchiale della collegiata e responsabile dell’oratorio Sacro Cuore. Quindi, nominato parroco di Capiago, vi è rimasto fino al 2016. Nel frattempo, tra il 2011 e il 2014 era stato vice direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della famiglia.

Nominato direttore del Centro missionario diocesano, lo ha guidato, dal 2016, per un biennio, dovendo lasciare l’incarico perché, nel frattempo, il vescovo Oscar l’aveva voluto, nella primavera 2017, come vicario episcopale per la Pastorale. Dimessosi dall’importante ufficio a gennaio di quest’anno, è rimasto nella segreteria generale del Sinodo diocesano.

L’accoglienza

«Accogliamo questa notizia con grande gioia e attendiamo don Fabio a braccia aperte» ha affermato l’ormai arciprete emerito di Bormio, don Alessandro Alberti

Tra le nomine rese note ieri dalla curia, anche quella di don Alberto Erba, originario di Sondrio, come padre spirituale del Seminario vescovile per il biennio e la propedeutica. Prete dal 9 giugno 2007, 48 anni, don Alberto è stato vicario parrocchiale a Rovellasca (Co) dal 2007 al 2011, quindi a Livigno fino al 2018, quando il vescovo Oscar l’ha riservato allo studio della Teologia spirituale a Roma.

Nella Comunità pastorale della Bregaglia italiana, dopo il trasferimento di monsignor Aldo Passerini a Chiavenna, giungerà un nuovo collaboratore, don Gianni Dolci, finora parroco di Verceia. Prete dal 20 giugno 1971, 75 anni, dopo un’esperienza come vicario a Traona, don Gianni è stato parroco di Postalesio, dal 1974 al 1986, quindi di Cataeggio fino al 2000 e di Mossini fino al 2008.

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA