Presidi freschi di concorso, tocca a voi  Sette dirigenti per undici sedi vacanti
Sondrio, esami di maturità 2019 (Foto by Luca Gianatti)

Presidi freschi di concorso, tocca a voi

Sette dirigenti per undici sedi vacanti

Scuola, ciascuno di loro avrà tempo sino alle 23,59 di domenica per indicare la regione preferita. E per gli insegnanti assunti con contratto a tempo indeterminato, i posti sono in totale 242.

Nuova infornata di presidi freschi di concorso e 242 posti per le immissioni in ruolo. Sono le novità che interessano da vicino il sistema scolastico della nostra provincia. Ma procediamo con ordine, partendo dai neo dirigenti, che originari del nostro territorio dovrebbero essere sette. Lo si evince dalla graduatoria di merito che il ministero dell’Istruzione ha pubblicato giovedì al termine dell’iter concorsuale. Ciascuno di loro avrà tempo sino alle 23,59 di oggi, domenica 4 agosto, per mettere in ordine di preferenza su “Istanze online” le 17 regioni, in cui ci sono posti disponibili per i dirigenti.

«In Lombardia i posti disponibili per nuovi presidi sono 359 - spiega dalla Cisl Scuola di Sondrio il segretario generale Giovanna Bagiotti -. Il primo passaggio, dopo la pubblicazione della graduatoria di merito, è scegliere le regioni. Una volta che a loro sarà assegnata, in base alle preferenze e alle disponibilità, la regione in cui prenderanno servizio, si passerà al livello provinciale», in base alle istituzioni in cui manca il dirigente. In Valchiavenna e Valtellina le sedi vacanti sono 11, secondo quanto pubblicato ieri sul sito dell’Ufficio scolastico regionale della Lombardia (Usr): il comprensivo Anzi di Bormio, il Garibaldi di Chiavenna, il comprensivo di Cosio, quello di Livigno, lo Spini-Vanoni di Morbegno, il Damiani di Morbegno, l’istituto comprensivo di Novate, quello di Ponte, l’istituto “Paesi Orobici” di Sondrio, quello di Talamona e infine quello di Teglio. «Tra quelli che hanno superato il concorso, sono sette – salvo imprevisti – i dirigenti che prenderanno servizio», insufficienti comunque per coprire tutti i posti disponibili, con inevitabili incarichi di reggenza.

Cambiando ruolo, guardando al personale docente, Bagiotti snocciola dati sul contingente assegnato alla nostra provincia per le immissioni in ruolo, insegnanti che saranno assunti con contratto a tempo indeterminato: «I posti autorizzati sono in totale 242 per tutti gli ordini e gradi di scuola, compreso il sostegno».

Partendo dall’infanzia i posti cosiddetti comune sono cinque, «alla primaria 46, nella scuola di primo grado 52 e 100 alle superiori». Per quanto riguarda il sostegno invece immissioni in ruolo «all’infanzia per tre maestri, nove nella scuola primaria, otto nella secondaria di primo grado e nove in quella di secondo grado». Dapprima saranno chiamati dall’Usr - trattandosi di un concorso regionale -, per avere assegnata la provincia, dopodiché andranno all’Ufficio scolastico territoriale di Sondrio per scegliere la sede di servizio. Operazioni, queste, che inizieranno dopo il 19 agosto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA