Presa a coltellate dal marito in Valmalenco, sta meglio e lascia l’ospedale
La donna venne colpita nel dicembre scorso a Chiesa in Valmalenco

Presa a coltellate dal marito in Valmalenco, sta meglio e lascia l’ospedale

La donna ora, in via di graduale ripresa, è tornata in Valtellina. Il marito, 53 anni, resta invece rinchiuso nel carcere Bassone di Como.

La 50enne Barbara Zanella, colpita dal marito con più coltellate l’11 dicembre scorso, è stata dimessa dal Niguarda di Milano, dove venne trasferita in prognosi riservata dopo il ricovero all’ospedale di Sondrio nel quale venne salvata con i primi e decisivi interventi dei medici valtellinesi. La coppia da tempo non viveva più insieme, proprio per le condizioni dell’uomo afflitto da una grave depressione, ma nonostante moglie e figlia si fossero trasferite a Sondrio, i due coniugi si vedevano ancora e anche la famiglia della moglie era costantemente vicina all’uomo, rimasto a Chiesa in Valmalenco.

La donna ora, in via di graduale ripresa, è tornata in Valtellina. Il marito Claudio Pedrotti, 53 anni, resta invece rinchiuso nel carcere Bassone di Como. L’uomo è accusato di tentato omicidio e anche di strage perché Pedrotti, dopo avere accoltellato la consorte, aveva rischiato, con una fuga di gas, di fare saltare l’alloggio del condominio dove viveva la coppia. L’esplosione fu evitata soltanto dal tempestivo intervento dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Sondrio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA