Precipita col parapendio. Tragedia sfiorata
Immediato l’intervento dei soccorritori con l’elicottero (Foto by foto archivio)

Precipita col parapendio. Tragedia sfiorata

Un uomo di 55 anni è precipitato in fase di atterraggio in località Carnale a Montagna. Ricoverato a Bergamo, è in prognosi riservata

Tragedia sfiorata ieri pomeriggio poco prima delle 15 in località Carnale, a Montagna, a quota 1200 metri circa. Un sondriese di 55 anni ha perso il controllo del parapendio mentre si trovava in fase di atterraggio, a causa di una turbolenza, poco distante dalla strada dell’alpe Carnale e dei ripetitori, ed è precipitato a terra da un’altezza di alcuni metri, schiantandosi su un prato. A dare l’allarme - alle 14,40 - è stato l’amico che, anche lui con un parapendio, si trovava nella zona ed ha assistito impotente all’incidente. Il ferito ha riportato diverse lesioni nella caduta al suolo, ma è sempre rimasto cosciente, tanto che inizialmente l’intervento di soccorso è partito in codice giallo, quello previsto per i pazienti in condizioni mediamente critiche. Sul posto sono intervenuti personale sanitario con l’elisoccorso, uomini del Soccorso alpino civile e del Sagf della Finanza. Nella caduta col parapendio il cinquantacinquenne ha riportato diversi traumi, tanto che, dopo i primi controlli del medico intervenuto con l’elicottero, si è reso necessario il trasporto e il ricovero all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Le sue condizioni sono apparse subito gravi (tanto che il trasporto in elicottero è stato fatto in codice rosso) e dopo gli accertamenti e gli esami del caso l’uomo è stato ricoverato, in prognosi riservata, nel reparto di Terapia intensiva. Solo nei prossimi giorni potrà essere sciolta la prognosi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA