Posteggio a Mossini  Ventun posti auto  e frazione più sicura
La frazione di Mossini

Posteggio a Mossini

Ventun posti auto

e frazione più sicura

Intervento per migliorare la fermata dei bus

Marciapiede per il passaggio pedonale verso Sant’Anna

Un nuovo parcheggio nella Sondrio di Sopra. Dopo Ponchiera e Sant’Anna l’amministrazione comunale è pronta a realizzare anche un’area di sosta a Mossini. Ventun posti auto a servizio della frazione e dei suoi residenti, ma anche come supporto della passerella ciclopedonale sul Mallero i cui lavori proseguono a pieno regime, capaci di dare risposte anche ad alcune richieste di sicurezza da parte dei residenti.

Il progetto, in variante al Piano di governo del territorio, è stato presentato nei giorni scorsi dall’assessore alle Opere pubbliche Andrea Massera ai consiglieri nella commissione competente e l’adozione della variante è tra i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale di fine mese.

Il parcheggio, per il quale c’è un finanziamento di 210mila euro dell’Aqst, sarà realizzato nell’area vicino all’incrocio tra la strada provinciale per la Valmalenco e la strada comunale di Mossini. «Un’area che, seppur in maniera informale - ha spiegato Massera - è già in parte utilizzata per la sosta, al di fuori di una previsione specifica e con condizioni che vanno assolutamente migliorate e mi riferisco alla pendenza piuttosto che alla pavimentazione e alla connessione con il resto della viabilità». L’area individuata è già in parte di proprietà comunale, ma non essendo destinata a parcheggio necessita, esattamente come fatto per il park di Ponchiera, di una variante puntuale al Pgt che non incide sulle previsioni generali di piano. «Prevedendo questa nuova area di parcheggio - ha spiegato ancora Massera - ai fini del mantenimento di un saldo zero del bilancio ecologico relativo al consumo di suolo abbiamo individuato delle previsioni a parcheggio non realizzate sempre nelle frazioni che abbiamo deciso di stralciare. Si tratta di interventi che erano di difficile o onerosa attuazione e non aumentavano in maniera significativa i posti auto».

Sull’area interessata dall’infrastruttura sono state individuate anche tutte le altre ipotesi di interventi da realizzare come due nuove piazzole di sosta per gli autobus sui due lati della strada provinciale, l’allargamento della sede stradale comunale, un marciapiede di raccordo tra il nuovo parcheggio e la provinciale e un vialetto di collegamento tra l’area di sosta dei bus sul lato Maioni e la strada comunale e il nuovo parcheggio. Da lì sono state individuate le priorità anche in base alla copertura economica.

I dettagli

Ad illustrare le caratteristiche dell’intervento ai consiglieri comunali, destinato a rispondere anche ad alcune esigenze avanzate dalla popolazione, è stato l’ingegner Fabio Del Vincenzo dell’Ufficio tecnico comunale.

«Verrà realizzato un parcheggio a raso con 21 stalli di cui uno per disabili e tre per le motociclette - ha spiegato -. Sarà messa in sicurezza la fermata dell’autobus come anche richiesto dai cittadini che hanno fatto numerose segnalazioni sull’attuale pericolosità. E sempre su segnalazione degli abitanti sarà realizzato un marciapiede che si congiunge con il passaggio pedonale che va verso la frazione di Sant’Anna perché chi arriva da lì attualmente dopo aver attraversato sulle strisce si trova praticamente sulla carreggiata stradale».
Ci sarà anche «uno spartitraffico all’ingresso della strada comunale per far rallentare le automobili dirette verso Mossini». Il progetto attende l’approvazione della variante per poter essere approvato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA