Postamat nel park per disabili. E sui social scoppia la bufera
Il prima e il dopo: il Postamat dentro il parcheggio per disabili e, a destra, le strisce orizzontali modificate

Postamat nel park per disabili. E sui social scoppia la bufera

Albosaggia, la segnalazione di un giovane ha fatto il giro del web. Furibondo il sindaco Murada: «Bastava chiedere in Comune o chiamarmi».

Rovente botta e risposta sui social per un Postamat, che, ad Albosaggia, ha per alcuni giorni “invaso” un parcheggio per disabili. Una querelle, balzata all’attenzione delle cronache web, con un articolo su Fanpage.it dal titolo: «Quando ad occupare il parcheggio disabili è un... Postamat: surreale abuso in Valtellina». Leggendo i post che ieri si sono susseguiti a raffica sulla pagina “Sei di Albosaggia se...”, una spiegazione c’è dietro la scelta fatta dall’amministrazione, con il sindaco Graziano Murada che invita a rivolgersi al Comune anziché denunciare sui social. D’altro canto, c’è però chi punta l’indice contro il primo cittadino per la scelta, non condivisa da tutti o comunque giudicata lesiva. Con i toni, da entrambe le parti, diventati più che accesi.

Ma partiamo dall’inizio della vicenda. A segnalare l’inconsueto posizionamento dello sportello automatico di Poste Italiane è stato Jacopo Yuri Grasso, «un ragazzo di ventotto anni di Milano, che undici anni fa è stato colpito dal Linfoma di Hodgkin, un tumore del sangue – si legge testualmente su Fanpage.it -. Per questo motivo Jacopo lascia spesso la città: per venire in Valtellina, a riprendersi dalle terapie oncologiche e riabilitarsi dopo lunghe degenze in ambienti sterili, tra l’amore della nonna e le bellezze dell’ambiente circostante». È lui che ha notato, nel parcheggio a due passi dalla passerella sul Sentiero Valtellina, «che su uno dei pochi posti invalidi – ce ne sono altri due nell’area di sosta – era stato messo il Postamat». E ha lasciato degli adesivi con la scritta #Vorreiprendereiltreno, onlus che si occupa di disabilità. Ritornando alcuni giorni dopo ha ritrovato la situazione invariata e, per giunta, a fianco del Postamat un camper parcheggiato.

Piccata la risposta del sindaco Murada, sempre sui social, sulla pagina “Sei di Albosaggia se..” postata verso le nove di ieri mattina: «È evidente, che nella zona ci sono almeno 15 parcheggi liberi. È altrettanto vero che è prevista la cancellazione delle strisce per disabili e rifatte a lato», come successo ieri poco dopo le 13. «Io sono più arrabbiato per chi, da giorni, ha fermo un camper» ha aggiunto spiegando, come nella zona, «tra tre mesi verrà costruita dall’amministrazione il primo noleggio in valle di bike per disabili, le jolette, con tanto di bagni e docce per chi ha disabilità».

Come un fiume in piena ha proseguito: «Bastava chiedere in Comune o chiamarmi: avrei dato le spiegazioni. Il Postamat è stato previsto in quel posto, con accanto il posto disabili, per venire incontro alle esigenze di chi ha disabilità, più comodo per loro, riducendo la distanza. Questo è stato il nostro intento».


© RIPRODUZIONE RISERVATA