Poschiavo, frontale contro un’auto  Muore un motociclista di Piateda
Il luogo dello scontro e ciò che rimane della moto

Poschiavo, frontale contro un’auto

Muore un motociclista di Piateda

L’incidente lunedì nel tardo pomeriggio. La vettura guidata da un operaio di Teglio ha invaso l’altra corsia. Sbalzato dalla sella, l’uomo ha fatto un volo di 7 metri finendo sulle rotaie della Ferrovia retica.

Ancora sangue sulle strade. E ancora una volta la Valle paga un pesante tributo in termini di vite. Queste ultime settimane nel segno dell’estate, del caldo e della voglia di salire in sella a una due ruote, sono state segnate dalle tragedie e sembra che questa pesante scia di lutti non accenni a finire. L’ultimo in termini di tempo si è verificato oltreconfine, a pochi passi da Tirano.

Un motociclista di Piateda, Silvano Tognolini, 49 anni, è morto nel tremendo scontro frontale con un’auto avvenuto lunedì nel tardo pomeriggio. A guidare la vettura un operaio di Teglio di 39 anni. L’incidente stradale si è verificato a Miralago verso le 17,40. Il tellino, che lavora in un’azienda di Poschiavo, proveniva da Le Prese e stava viaggiando sulla H29 in direzione Brusio. Per motivi ancora al vaglio della Polizia cantonale dei Grigioni la vettura ha invaso la corsia contraria, scontrandosi frontalmente con la moto e successivamente con un’altra vettura.

A causa del violentissimo impatto, e le foto dell’incidente non possono che testimoniare la violenza dello scontro, il motociclista, sbalzato di sella, dopo un volo di quasi sette metri è finito sulle rotaie della Ferrovia retica. Troppo gravi le ferite riportate: l’uomo del Sondriese è spirato sul posto. Domani alle 15, a Piateda, saranno celebrati i funerali.

Il tellino, ferito leggermente, è invece stato trasportato con l’ambulanza all’ospedale San Sisto di Poschiavo per essere medicato, ma è stato già dimesso.   Per consentire le operazioni di soccorso e procedere ai rilievi del caso, la linea ferroviaria della Ferrovia retica, come pure la strada del Bernina, sono state temporaneamente chiuse. I treni hanno ripreso a circolare normalmente dopo circa un’ora di tempo. Sul posto anche un elicottero della Rega e tecnici dell’ufficio tecnico dei Grigioni.n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA