Ponte sul torrente Crezza, arriva anche lo stop ai camion
Palazzo Muzio, sede della Provincia di Sondrio

Ponte sul torrente Crezza, arriva anche lo stop ai camion

Ordinanza della Provincia a Gordona: «È emersa la necessità di ridurre il limite di massa sul ponte e quindi vietare il transito ai veicoli aventi massa superiore a 20 tonnellate».

È arrivata ieri una nuova tegola per la viabilità della Valchiavenna. La Provincia di Sondrio, ente proprietario del tracciato della Trivulzia, ha emanato una nuova ordinanza relativa al ponte gordonese.

Un’ordinanza che non cancella la prima della scorsa settimana, ma la integra: «A seguito di verifica delle caratteristiche costruttive dei manufatti stradali e del loro stato di servizio era stata disposta la limitazione del traffico a senso unico alternato con velocità massima di 30 chilometri orari sul ponte in attraversamento del torrente Crezza in comune di Gordona - si legge nella nuova ordinanza, precedente a un nuovo controllo effettuato dal tecnico incaricato dalla Provincia durante la giornata di mercoledì - . Vista la relazione del tecnico Marco Scaramellini da Sondrio, è emersa la necessità di ridurre il limite di massa sul ponte e quindi vietare il transito ai veicoli aventi massa superiore a 20 tonnellate, di imporre la distanza minima tra un veicolo e l’altro in transito a 15 metri e di interdire il passaggio dei pedoni sulle fasce laterali della carreggiata del ponte».

La situazione, insomma, non è per niente positiva. Fortunatamente il ponte è già inserito tra gli interventi che saranno realizzati dalla Provincia di Sondrio durante l’anno. Sul piatto ci sono circa 200 mila euro.n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA