Polo fieristico, rilancio per il turismo  «Una vetrina per l’offerta della valle»
Il Polo fieristico di Morbegno al centro di un progetto di rilancio in chiave turistica

Polo fieristico, rilancio per il turismo

«Una vetrina per l’offerta della valle»

Investimento di 150mila euro per la manutenzione, bando per il fotovoltaico. Ente montano di Morbegno deciso a rivitalizzare la struttura: «Sarà un valore aggiunto per il territorio».

L’ente montano punta sul Polo fieristico, spazio «da promuovere e valorizzare», secondo il presidente Christian Borromini della Comunità montana Valtellina.

La valorizzazione della struttura morbegnese passa attraverso un investimento di 150mila euro per lavori di manutenzione straordinaria, la partecipazione a un nuovo bando per finanziare la realizzazione di un impianto fotovoltaico, la chiusura positiva di un 2015 che ha segnato il record di giornate di utilizzo. In programma anche l’organizzazione di un evento espositivo dedicato all’agricoltura e iniziative di promozione del turismo.

«Abbiamo una struttura realizzata con fondi pubblici a disposizione del territorio e l’intenzione è quella di intensificarne l’utilizzo - sottolinea Borromini -. Un Polo fieristico in piena efficienza è un valore aggiunto per il territorio sia per le opportunità che offre che per l’indotto che genera». Il primo progetto è già partito: lunedì scorso l’ente montano, proprietario della struttura, lo ha presentato in Regione per concorrere a un bando che prevede contributi per la realizzazione di interventi finalizzati al contenimento dei costi energetici. La richiesta è di 80 mila euro per un impianto fotovoltaico.

A breve partiranno inoltre i lavori di manutenzione straordinaria, con tinteggiature e sistemazione del piazzale esterno per 150mila euro, per la metà concessi dalla Regione su un bando riservato alle strutture fieristiche.

«Se si considerano gli anni recenti, mai come in questo 2015 il Polo è stato utilizzato per concerti, convention, eventi di aziende private che hanno garantito entrate per oltre 80 mila euro - dicono dalla Cm -. Per l’anno prossimo ci sono molte giornate prenotate».

Alle iniziative promosse da operatori privati si sommano gli eventi organizzati da associazioni locali e quelli promossi direttamente come Christmas Art programmato per l’8 dicembre. Partner della Cm nella gestione del Polo è il consorzio turistico Porte di Valtellina con il quale si sono approfondite alcune idee, prima fra tutte quella che intravede per la struttura un ruolo da protagonista nella promozione di un certo tipo di turismo, slow e di nicchia, che vede nel Sentiero Valtellina, nella Via dei Terrazzamenti e nei percorsi di trekking le destinazioni privilegiate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA