Polo fieristico di Morbegno, nel 2018 utilizzato per cento giorni
L’anno scorso al polo fieristico il salone dell’orientamento

Polo fieristico di Morbegno, nel 2018 utilizzato per cento giorni

Positivo per la Comunità montana il bilancio relativo alla struttura aperta per diciotto eventi.

Diciotto eventi e circa cento giornate di utilizzo nell’ultimo anno per il polo fieristico provinciale di Morbegno. Crescono l’interesse, gli eventi organizzati e il pubblico partecipante alle iniziative ospitate negli spazi espositivi del polo che permettono di tracciare un bilancio positivo e incoraggiante dell’anno appena concluso. Sembra ormai superato il tempo in cui la struttura veniva considerata un debito da arginare e appare adesso come risorsa di sviluppo turistico per il territorio in cui è inserita. Nel 2018 la struttura della Comunità montana realizzata 22 anni fa ha conseguito il migliore risultato:«mai come in questo ultimo anno il polo fieristico è stato scelto quale sede di eventi, incontri pubblici, convention aziendali e fiere».

La struttura e i servizi che mette a disposizione di chi ne fa richiesta hanno pienamente risposto alle esigenze espresse dai diversi organizzatori, sia in termini di accoglienza di un elevato numero di persone sia per quanto riguarda gli allestimenti degli spazi a disposizione.

L’obiettivo del rilancio, che era stato inserito nel programma della Comunità montana di Morbegno guidata dal presidente Christian Borromini, può dirsi pienamente conseguito con il polo, che si è affermato quale struttura di riferimento per chiunque necessiti di ampi spazi e servizi all’avanguardia per organizzare gli eventi più diversi. «Sin dal nostro insediamento abbiamo puntato sul rilancio del polo - spiega Borromini - apportando i giusti correttivi nella gestione e realizzando una serie di migliorie grazie ai contributi regionali, così i risultati sono arrivati. Possiamo affermare di aver restituito nella sua piena funzionalità non solo alla Bassa Valtellina, ma all’intera provincia, una struttura fondamentale per il comparto economico locale. Il rilancio è ben avviato ma non può dirsi concluso - aggiunge Borromini - da parte nostra, in collaborazione con il Consorzio turistico Valtellina di Morbegno, proseguiremo nell’opera di valorizzazione e di promozione per aumentare ulteriormente le giornate di occupazione e garantire servizio efficiente».

«Il polo fieristico provinciale ha grandi potenzialità e ogni evento le mette in evidenza - sostiene il vicepresidente del Consorzio turistico Valtellina di Morbegno Alan De Rossi - i servizi offerti e l’efficienza garantita hanno attirato l’interesse degli operatori, pubblici e privati. Il 2019 si preannuncia ancora più positivo».

Gli eventi organizzati nel 2018 hanno richiamato decine di migliaia di persone, in larga parte da fuori provincia. Spiccano tra gli eventi promossi dagli enti pubblici la Mostra del Bitto, il Festival provinciale delle bande e Christmas Art, organizzati dalla stessa Cm, e il Salone dell’orientamento della Provincia a gennaio e ottobre. Tra gli operatori privati Star Lab con la Fiera d’autunno, Autotorino con la propria convention aziendale.

La struttura ha inoltre ospitato a febbraio il concorso pubblico dell’Azienda ospedaliera Valtellina e Alto Lario, a marzo l’incontro del vescovo Oscar Cantoni con le famiglie, a novembre la festa dell’Avis. Per lo sport sono si menzionano il Rally Coppa Valtellina e il torneo di ginnastica dell’Associazione Vera.


© RIPRODUZIONE RISERVATA