Pochi bambini a Cosio Valtellino e Mello  Classi uniche il prossimo anno scolastico
Un’aula della scuola primaria di Cosio (Foto by archivio)

Pochi bambini a Cosio Valtellino e Mello

Classi uniche il prossimo anno scolastico

Con 4 piccoli è impossibile formare una prima elementare: necessario unirli alla seconda. Alla Eco-school non è una novità e gli alunni dalla seconda alla quinta staranno insieme

Pochi bambini per la prima classe alla scuola primaria di Cosio e nessuno a Mello per il prossimo anno scolastico. Sono le prospettive che si delineano in questi ultimi giorni di apertura delle iscrizioni per il 2020/2021, ma che sono anche frutto di proiezioni che riguardano i numeri dei bambini che frequentano le scuole dell’infanzia che fanno capo a questi due paesi.

A Cosio Valtellino la difficoltà riguarda la primaria della frazione di Cosio. «Dai dati disponibili sapevamo che i nati del 2014 erano un numero esiguo – spiega l’assessore alla cultura Anna Tonelli – e di conseguenza la prima elementare del prossimo anno avrebbe avuto numeri davvero bassi». Per questo i bambini rimasti a Cosio per il prossimo anno sono 4 e la situazione che si prospetta è stata chiaramente illustrata alle famiglie in una riunione tenuta da istituto comprensivo e Comune.

«Come amministrazione abbiamo fatto presente che di certo non faremo mancare la nostra parte di sostegno – prosegue Tonelli – nel caso, che pare il più prevedibile, di formazione di una pluriclasse che raccoglierà gli iscritti in prima con i bambini di seconda, sosterremo i costi necessari per garantire ore di insegnamento separate e mantenere la qualità dell’offerta formativa a tutti i bambini».

Per la Eco-school di Mello quella della pluriclasse non è una novità, visto che da anni la scuola fa fronte a numeri esigui di iscritti, sia perchè vi fa capo soltanto la piccola realtà locale, sia perchè sono diverse le famiglie che hanno scelto alternative scolastiche limitrofe. L’attività è garantita con un’unica pluriclasse che raccoglierà tutti i bambini dalla seconda alla quinta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA