Plinio, si inabissò nel lago nel 2010  C’è un progetto per recuperarlo
Matteo Ferrari (da sinistra), Umberto Petracca e Francesco Morici (Foto by Foto Bartesaghi)

Plinio, si inabissò nel lago nel 2010

C’è un progetto per recuperarlo

La proposta è di cinque giovani universitari di Sondrio, Lecco e Como

In fase di costituzione una società. Ora è caccia ai fondi

Uno sparuto gruppo di universitari delle provincie di Sondrio, Lecco, e Como ha preparato un progetto per il recupero del relitto del piroscafo inghiottito dalle acque del lago a Novate Mezzola nel 2010. I cinque ingegneri -Matteo Ferrari, Francesco Morici, Giovanni Corti di Galbiate, Filippo Fornaro di Colico e Umberto Petracca di Sondrio stanno dialogando con gli enti, costituendo la società e cercando i fondi per l’intervento. Il loro progetto verrà presentato il prossimo 28 settembre alle 21 al Centro polifunzionale di Verceia.

«Il progetto di recupero è nato dalla mia tesi di laurea e si sviluppa da un paio d’anni circa – spiega Matteo Ferrari -. Il Plinio era il piroscafo più veloce della flotta storica del Lario ed è un dovere il suo recupero anche per il suo interesse culturale particolare».

L’approfondimento su La Provincia di Sondrio in edicola venerdì sei settembre 2019


© RIPRODUZIONE RISERVATA