Più sicurezza in strada, il Comune punta  sui check point virtuali

Più sicurezza in strada, il Comune punta

sui check point virtuali

L’installazione di telecamere con lettura delle targhe è uno degli elementi inseriti nel progetto che i Comuni riuniti nella convenzione di polizia associata - Sondrio e Valmalenco - hanno presentato in questi giorni alla Regione.

L’ obiettivo è sfruttare la tecnologia per potenziare la vigilanza sul territorio. Negli anni scorsi, palazzo Pretorio si è già occupato di check point virtuali, curando appalto e realizzazione di quello creato attraverso il “Patto locale per la sicurezza” fra la Prefettura e diversi enti locali. L’impianto legge le targhe dei veicoli in transito sulle principali arterie di accesso al territorio provinciale, e ora la stessa tecnologia verrà impiegata per vigilare sugli ingressi a Sondrio e alla Valmalenco, se la Regione concederà il contributo.

«Il progetto prevede l’acquisto di otto telecamere in tutto - spiega il comandante della POlizia locale Mauro Bradanini -, un paio per l’ampliamento del sistema di videosorveglianza già attivo da tempo, e le altre dotate del sistema di lettura delle targhe. Se dalla Regione arriverà un responso positivo, le installeremo sui principali accessi alla città e sulla strada che porta in Valmalenco, nei punti più adatti a controllare il passaggio».

Le telecamere per la lettura delle targhe consentirebbero di tenere d’occhio i veicoli in transito 24 ore su 24, individuando eventuali mezzi sospetti e fornendo elementi per le indagini, in caso di necessità. E per la gestione dell’impianto è già pronta la sala operativa del comando dei vigili di Sondrio, con l’aggiunta di nuovi apparecchi ai computer utilizzati per il sistema di videosorveglianza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA