Più sicurezza con le nuove telecamere
Le telecamere controlleranno i veicoli su via Stelvio, via Adua, via Vanoni e sulla panoramica verso Montagna e a Mossini lungo la Provinciale

Più sicurezza con le nuove telecamere

Sono otto e consentono la lettura delle targhe delle auto in transito verso Sondrio e la Valmalenco. In questi giorni si sta allestendo la nuova strumentazione, i veicoli potranno essere monitorati 24 ore su 24.

Sarà pronto entro fine agosto il nuovo sistema di lettura automatica delle targhe che controllerà i veicoli in transito verso Sondrio e i paesi della Valmalenco. In questi giorni sono partiti i lavori per installare i “check point virtuali” che saranno collocati nel capoluogo, a Chiesa, Caspoggio e Lanzada, poi i nuovi impianti saranno collegati con la centrale operativa della polizia municipale di Sondrio che già gestisce il sistema di videosorveglianza allestito negli anni scorsi.

Le telecamere sono otto in tutto, come prevede il progetto elaborato da palazzo Pretorio insieme all’Unione Comuni della Valmalenco, e ai Comuni di Torre Santa Maria e Spriana, partner da tempo della convenzione per i servizi di polizia locale. Ottenuto un cofinanziamento della Regione sull’ultimo bando per la sicurezza urbana, ora i Comuni sono passati alla fase operativa dell’intervento, «che dovrà essere completata entro fine agosto, termine perentorio indicato dal bando», sottolinea il comandante dei vigili urbani Mauro Bradanini.

«Attualmente è in corso la fase di montaggio della nuova strumentazione – spiega Bradanini -, poi si passerà alla parte informatica con l’installazione di nuovi server e le altre operazioni. Entro un paio di mesi il nuovo sistema sarà operativo». I punti precisi in cui installare le telecamere sono stati individuati nelle scorse settimane dai tecnici dei Comuni coinvolti: a Sondrio i “checkpoint” controlleranno i veicoli in transito su via Stelvio, via Adua, via Vanoni, sulla panoramica verso Montagna e a Mossini, lungo la Provinciale per la Valmalenco. A Chiesa la sorveglianza riguarderà via Roma e la zona vicino al Comune, a Lanzada verranno dotate delle nuove telecamere via Pizzo Scalino e via Palù. A Caspoggio,il progetto prevede un “check point” sulla strada nei pressi del cimitero.

Ad occuparsi dell’installazione e della manutenzione del nuovo sistema elettronico sarà la ditta specializzata che già fornisce i servizi tecnici della rete di videosorveglianza dei Comuni di Sondrio e della Valmalenco, la Tel. E. Sic. Impianti: la spesa prevista è di circa 91mila euro, quota del progetto complessivo da 150mila euro che la Regione ha cofinanziato all’80% con un contributo di 120mila euro. Con le otto nuove telecamere per la lettura delle targhe, i vigili urbani saranno in grado di monitorare i veicoli in transito 24 ore su 24, individuando eventuali mezzi sospetti grazie ad un software, ottenendo elementi utili alle indagini, in caso di necessità. Negli anni scorsi Sondrio ha già fatto da ente capofila per un altro progetto dedicato ai check point virtuali, quello creato attraverso il “Patto locale per la sicurezza” fra la Prefettura e diversi enti locali per le principali arterie di accesso a Valtellina e Valchiavenna: ora questa tecnologia verrà applicata anche sulle strade interne del mandamento.


© RIPRODUZIONE RISERVATA