Giovedì 18 Luglio 2013

Più brevi, in casa dei parenti

Addio vecchie vacanze

Vacnze sempre più difficili fra crisi economica e budget ridotti

Addio alla vacanza di un tempo. La crisi impone tagli alla durata del soggiorno, al budget da mettere a disposizione, perfino alla meta da scegliere, meglio se vicina per contere i costi del trasporto e della benzina. Comunque alla vacanza non si rinuncia: più corte, più vicine, spesso calibrate solo sul weekend e comu nque meno costose.

I sondriesi, insomma, non vogliono rinunciare alle periodo di riposo o comunque non rinunciano a lasciare la città suppur solo per qualche giorno.

Ecco, così, ecco che si moltiplicano gli espedienti e le strategie per concedersi qualche giorno di relax lontano dallo stress della vita quotidiana.

Viaggi low cost

Prendono piede, ad esempio, le vacanze a costo zero: sempre più famiglie scelgono di trascorrere i weekend o addirittura l’intera settimana se le ferie glielo consentono in montagna, nelle baite di loro proprietà magari da generazioni: aria buona, passeggiate nel verde, pasti abbondanti e tanto relax senza praticamente spendere un euro e rigenerarsi in tutta tranquillità.

C’è poi chi sceglie di “riscoprire le proprie origini”: ancor più degli altri anni, infatti, per molti l’estate è il periodo dell’anno in cui ritornare al proprio paese d’origine in altre regioni d’Italia.

Anche in questo caso il riposo e il risparmio sono garantiti, magari anche con il “bonus” di poter soggiornare a costo zero in località marittime più o meno rinomate e dove comunque i turisti devono invece sborsare centinaia di euro per potersi godere lo stesso mare.

Chi invece può permetterselo o non ha la fortuna di avere parenti o case in montagna o al mare, decide comunque di partire. «Le prenotazioni sono in linea con quelle dello scorso anno - spiegano dalle agenzie di viaggio “Last Minute Tour” e “Sinferie” e le mete più gettonate sono quelle sul Mediterraneo: la Grecia, la Spagna e le Baleari».

Cambia, però, il modo di fare vacanza dei sondriesi: «Le famiglie – commentano dall’agenzia “Sunrise Holidays” - spesso riducono il periodo delle loro vacanze rispetto al passato, passando da due a una settimana. Anche per quanto riguarda le mete spesso viene richiesta la Grecia come prima opzione, poi però si guardano i prezzi e si “ripiega” sulla Spagna che costa meno. Allo stesso modo, per quanto riguarda l’Italia, la Sardegna è un po’ penalizzata non tanto per i prezzi degli alberghi, che non sono troppo elevati, ma dei traghetti per raggiungere l’isola. In ogni caso, rispetto al passato un po’ di calo nelle prenotazioni c’è».

Viva la crociera

I clienti poi, cercano più che in passato le offerte e proprio questa tendenza determina l’andamento positivo delle crociere («siccome gli Under 18 possono viaggiare gratis - proseguono dalla Sunrise Holidays - l’opzione crociera è piuttosto gettonata sia per i giovani sia per le famiglie».)

Una situazione particolare, infine, tra le mete solitamente più gettonate nel periodo estivo sia tra i giovani sia tra le famiglie riguarda l’Egitto, funestato in questo periodo da rivolte popolari e grande instabilità a livello politico. Se, per quanto riguarda l’agenzia Last Minute Tour «non c’è alcun problema per le prenotazioni sull’Egitto, non abbiamo avuta nessuna cancellazione», c’è più cautela alla “Sunrsire Holidays”: «Sull’Egitto siamo un po’ fermi - sottolineano all’agenzia di viaggio di via Cesare Battisti a Sondrio - anche se va evidenziato che non ci sono problemi nelle località turistiche né nei villaggi turistici del Paese».

Sondrio

© riproduzione riservata