Pini presidente  Elezione col giallo  e senza minoranza
Il nuovo esecutivo guidato da Pini, il primo seduto da sinistra

Pini presidente

Elezione col giallo

e senza minoranza

Comunità montanaBaruffa in assemblea ieri mattina

La Cioccarelli: «Condannato per truffa, è ineleggibile»

Ma i sette Comuni di maggioranza votano compatti

Non è partita con il piede giusto l’assemblea per il rinnovo della giunta esecutiva della Comunità montana di Tirano. C’è stata baruffa per quasi un’ora prima dell’elezione del nuovo presidente, Gianantonio Pini (Grosio), e della giunta esecutiva formata da Corrado Canali (Tovo), Severino Bongiolatti (Sernio), Alan Delle Coste (Bianzone) e Marziano Gagetti (Villa di Tirano).

Motivo della disputa la richiesta da parte del sindaco di Aprica, Carla Cioccarelli, di rinviare l’assemblea alla luce delle notizie che vogliono Pini un «pregiudicato - ha detto Cioccarelli -, condannato nel 2014 per truffa. Potrebbero profilarsi condizioni di ineleggibilità per questo fatto».

Ma il diretto interessato replica: «Sono tranquillo, la mia fedina penale è pulita».

Il servizio completo su La Provincia di Sondrio in edicola martedì 29 dicembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA