Piazza Cavour a Sondrio, dopo le proteste creato un varco per i residenti
Le fioriere sono state posizionate due giorni fa

Piazza Cavour a Sondrio, dopo le proteste creato un varco per i residenti

L’articolo apparso su queste colonne ha sortito l’effetto sperato.

Due fioriere e un cartello che indica chiaramente la presenza di un passo carrabile e quindi il divieto di sosta e di fermata. È stata immediata la reazione del Comune dopo l’articolo apparso su queste colonne con il quale i residenti di piazza Cavour lamentavano l’impossibilità di accedere ai propri box a causa della presenza - di giorno e di notte ma soprattutto la notte- di auto lasciate in sosta. Avventori di bar e ristoranti che - incuranti del disagio che avrebbero potuto arrecare (basti pensare che nemmeno i mezzi di soccorso avrebbero avuto accesso alle case che si affacciano sulla piazza) - ostruivano con le loro auto ogni accesso alla piazza.

E invano i privati si erano rivolti al Comune per ottenere dei risultati. Poi, quando il caso è finito sotto i riflettori della cronaca, sono stati presi concreti provvedimenti.

I primi, a quanto pare, perchè altri ne seguiranno. Il Comune ha infatti intenzione di intensificare i controlli grazie ad una nuova telecamera. «Proprio così. Vorremmo posizionare anche su piazza Cavour - anticipa il comandante della Polizia Locale Mauro Bradanini - una telecamera in grado di leggere le targhe delle auto per compararle con il data-base dei veicoli autorizzati ad entrare nella Ztl. In caso di mancata corrispondenza, verrebbe elevata in automatico la sanzione, proprio come accade ora in via Del Gesù, dove un occhio elettronico scova- e punisce - i trasgressori “h24”. In ogni caso abbiamo intensificato i pattugliamenti in quella zona». E a quanto pare sono state ben 700 le multe recapitate ad automobilisti entrati di frodo nella Ztl nel corso del 2017.

Fino a quando non verrà installata la nuova telecamera, toccherà ai vigili pattugliare il centro storico e multare i trasgressori e poiché non stiamo parlando di un esercito - calcolando turni e riposi in servizio non ci sono mai più di 12 agenti - per i residenti occorrerà avere ancora un po’ di pazienza e sperare che le fioriere abbiano un effetto deterrente, o quanto meno aiutino a far capire che su quella piazza si affacciano anche dei garages.

Lo scorso anno sono state comunque 200 le persone che si sono ritrovate la contestazione sotto il parabrezza per aver lasciato la vettura nella zona di carico e scarico che abitualmente viene utilizzata dai fornitori dei negozi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA