Pescegallo punta al turismo estivo
La stazione sciistica di Pescegallo all’arrivo della seggiovia al pianone di Salmurano

Pescegallo punta al turismo estivo

L’assemblea Fupes ha reagito con un progetto di diversificazione a un bilancio condizionato dal tempo. Oltre a lanciare l’apertura estiva degli impianti raccordandosi a ciclabili e sentieri, confermato il Cda.

Pescegallo si rinnova e amplia l’offerta estiva con le mountain bike in seggiovia. Contro le difficoltà di un ultimo anno fortemente condizionato dalle avverse condizioni meteo, Fupes, società che gestisce gli impianti di risalita della Valgerola, sceglie di opporre un progetto di diversificazione del suo oggetto sociale.

La recente assemblea dei soci, seguita a quella della Pescegallo 2000 (proprietaria degli impianti di risalita) ha gettato le basi per i prossimi anni a partire dal rinnovo, all’unanimità, del consiglio di amministrazione guidato dalla presidente Marilisa Paltrinieri, che è stata confermata per i prossimi tre anni. «L’assemblea ha preso atto di una situazione certo non florida - sostiene Paltrinieri - risultato di un ultimo anno in cui il tempo non ci ha favorito. Si va avanti pensando ad incrementare l’offerta sfruttando maggiormente i mesi estivi con il progetto legato alle biciclette». Come avviene in altri comprensori servizi dalla seggiovia, saranno predisposti gli impianti per il trasporto delle mountain bike in quota:«Ciò che ci serve per dare respiro a questo progetto, che potrà portare al funzionamento degli impianti per tutto il periodo estivo, è la collaborazione con gli enti locali e sovracomunali - spiega Paltrinieri - questa nuova opportunità deve essere parte di un progetto di ridefinizione della sentieristica, che passi attraverso la condivisione con il Parco delle Orobie, ma anche di un progetto di marketing più ampio che contiamo di poter condurre con il Consorzio turistico mandamentale». Proprio con Porte di Valtellina è in programma la prossima settimana un incontro per approfondire le opportunità legate all’avvio di un circuito di mountain bike.

L’idea è di inserire questa nuova opportunità estiva che sarà offerta da quest’anno a Pescegallo all’interno di un più ampio programma di raccordo con i percorsi ciclabili del territorio, includendo anche i sentieri esistenti e in progetto che attraversano le Orobie. «Per la nostra società è una prospettiva per ampliare il periodo di attività degli impianti - afferma la presidente di Fupes - che non si limiterà più al solo mese di agosto come è oggi, ma si allargherà al resto dei mesi estivi secondo modalità da impostare. Ovviamente la promozione, così come l’organizzazione più ampia dei circuiti dedicati alle mountain bike, devono trovare supporto negli enti e le istituzioni con i quali il dialogo è aperto». Sulla base dei dati di questa stagione invernale, che vedono in crescita la presenza dei giovanissimi (180 circa sono i bambini che gravitano su Pescegallo tra corsi, sci club e attività varie), in programma c’è anche la realizzazione del “parco giochi” alla base degli impianti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA