Peraldini e la sua lista pronte alla sfida  «Dialogo e collaborazione in primis»
Il gruppo di candidati che sostiene Ilaria Peraldini nella corsa a sindaco di Sondalo

Peraldini e la sua lista pronte alla sfida

«Dialogo e collaborazione in primis»

Sondalo verso il voto. Dopo dieci anni di amministrazione Grassi, un nuovo gruppo avanza. «Ho deciso di candidarmi per provare a costruire una nuova opportunità per il paese».

A distanza di cinque anni dal precedente appuntamento elettorale, a Sondalo lo scenario apparentemente è lo stesso delle ultime elezioni. Una sola lista in lizza, “Obiettivi in Comune”, e quorum da raggiungere per far sì che la competizione elettorale sia valida. Altrimenti in paese giungerà il commissario prefettizio a gestire il Comune. Ma c’è anche una grande differenza rispetto al recente passato. Nel 2014 il candidato sindaco era Luigi Grassi, che proveniva dal precedente mandato da primo cittadino e con lui c’erano le colonne del gruppo Massimo Ielitro e Maria Greca Colamartino. Questa volta, dopo dieci anni di amministrazione con a capo Luigi Grassi, la lista civica “Obiettivi in Comune” si è ringiovanita, mantenendo solo gli assessori Luca Della Valle e Paolo Menini della giunta uscente. Ora si ricandida alla guida dell’ente e lo fa portando con sé l’esperienza maturata (confermati il capogruppo Paride Gianoli, i consiglieri Dino Baretto e Guglielmo Pellegatta), ma con una forte componente di cambiamento, partendo proprio con la candidatura tutta in rosa del sindaco, l’attuale assessore ai servizi sociali Ilaria Peraldini, che ha tanti giovani con lei.

«Ho deciso di presentare la mia candidatura a sindaco per provare a costruire una nuova opportunità per Sondalo. Avere la possibilità di amministrare il paese in cui sono nata e cresciuta rappresenta un sogno che vorrei condividere con tutte le persone, certa che il dialogo e la collaborazione siano i punti cardine da cui prendere le mosse per rendere Sondalo sempre migliore».

«La mia giovane età porta con sé motivazione, determinazione, entusiasmo e volontà di impegnarmi per affrontare le difficoltà, i problemi che quotidianamente ci troveremo di fronte - prosegue Peraldini -. Il percorso che mi ha portato alla costituzione della lista è stato lungo e impegnativo, ma mi ha consentito di entrare in contatto con persone preparate e motivate, che aldilà degli schieramenti politici, sono disposte a spendersi positivamente per il nostro Comune».

«Amministrare un Comune oggi non è certo cosa semplice, i continui tagli imposti dalle leggi finanziarie e i sempre minori trasferimenti di denaro dallo Stato sono elementi con cui inevitabilmente dovremmo confrontarci, ma vogliamo far prevalere il senso di responsabilità e l’amore per Sondalo che ci contraddistinguono». I punti del programma riguardano i diversi aspetti della comunità: massima attenzione al futuro dell’ospedale “Morelli” attraverso il confronto serrato con gli enti preposti; nuove forme di comunicazioni ai cittadini per mantenere un confronto costante; la realizzazione di nuovi progetti e opere, prestando attenzione alle piccole cose, a partire dalla pulizia del paese e dalla manutenzione ordinaria del territorio attraverso una programmazione scrupolosa degli interventi; il potenziamento dei servizi alla persona, soprattutto verso le famiglie, gli anziani, le fasce deboli e verso il mondo della scuola.

Spazio anche alle tematiche legate allo sport, alle attività ricreative e culturali in grado di svolgere anche una funzione di promozione turistica; interlocuzione con tutti gli enti territoriali per essere parte attiva e non subire passivamente le scelte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA