Paura per il tempietto di S. Fedelino  Fiamme respinte appena in tempo
Il tempietto di San Fedelino è raggiungibile a piedi da Samolaco

Paura per il tempietto di S. Fedelino

Fiamme respinte appena in tempo

Il rogo ha interessato la cascata di Mezzola, situata sul territorio di Samolaco

Le fiamme sono arrivate veramente vicine, ma alla fine il tempietto si è salvato. Ore di angoscia nel fine settimana per le sorti del tempietto di San Fedelino, luogo di culto risalente al decimo secolo presente sulle sponde del lago di Mezzola. Comune di Sorico, ma proprietà della parrocchia di Novate Mezzola e raggiungibile da Samolaco a piedi attraverso il sentiero che parte dal Casenda.

Nella notte tra sabato e domenica l’incendio, ormai lontano dalla Valchiavenna è arrivato a poche decine di metri, ma fortunatamente la struttura è salva. Le fiamme sono ricominciate durante la serata di domenica, interessando la zona della cascata di Mezzola, sullo stesso versante. Decisamente meglio la situazione per l’altro incendio divampato in Valchiavenna la scorsa settimana. Già dalla giornata di sabato la sponda destra della bassa Vallespluga, nella zona tra Lirone e Gallivaggio a San Giacomo Filippo, sembra spenta grazie al grande lavoro dei Vigili del Fuoco portato a termine nelle ore successive all’innesco di venerdì pomeriggio. Un rogo che è costato anche il soccorso di due alpinisti impegnati in una arrampicata nell’impervia zona. Ovviamente anche questa zona rimane sotto osservazione, non essendo ancora scongiurata una ripresa dei roghi.

L’ultimo allarme non riguarda i fuochi, ma le conseguenze che questi hanno avuto sulla fauna. Gruppi di ungulati sono stati visti attraversare il tracciato della Provinciale Trivulzia in diversi punti nei giorni scorsi dopo che gli stessi si erano abbassati di quota per sfuggire alle fiamme. Una situazione di pericolo che, per fortuna, al momento non ha provocato incidenti. Occorre, però, prestare la massima attenzione nel percorrere il tracciato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA