Patrono, gonfalone e nuovo polifunzionale  Spriana, tre volte festa
Il sindaco uscente Ivo Del Maffeo con il gonfalone del paese

Patrono, gonfalone e nuovo polifunzionale

Spriana, tre volte festa

La banda musicale della Valmalenco ha aperto domenica le celebrazioni in paese. Il sindaco: «Non vogliamo abbandonarci all’oblio».

Triplice festa domenica a Spriana: in occasione delle celebrazioni per il santo patrono - San Gottardo, il 4 maggio -, nel piccolo comune della Valmalenco è stato inaugurato il nuovo polifunzionale e allo stesso tempo il gonfalone del Comune ha fatto il suo esordio ufficiale.

Oltre al sindaco uscente Ivo Del Maffeo e alla sua giunta, erano presenti il candidato sindaco Vanessa Gianotti - con lei anche la sua squadra che si presenterà alle elezioni del 26 maggio - e il sindaco di Torre Santa Maria Mauro Decio Cometti. La Banda musicale della Valmalenco ha aperto le celebrazioni eseguendo magistralmente alcuni brani del suo vasto repertorio, dopodiché è stato il sindaco uscente a fare gli onori di casa: «Questa struttura - ha detto al folto pubblico presente, quasi tutto il paese - è nata dalla necessità di creare uno spazio e un luogo di incontro comune, che prima non avevamo e che può dare la possibilità di ritrovarsi per una festa, per una ricorrenza come quella di oggi, e che funga da luogo di aggregazione e socializzazione; concedetemi l’eufemismo: il nostro polifunzionale può accogliere comodamente tutti gli abitanti di Spriana».

Nato in un primo tempo come luogo per piccoli incontri fra associazioni, appena ultimata la parte in muratura il Comune ha pensato di recuperare l’inutilizzato campo da tennis adiacente: è così che è nata l’idea della copertura e della vetrata con chiusura amovibile, per poter utilizzare la struttura tutto l’anno. «Siamo felici e orgogliosi di questa opera che siamo riusciti a concludere in questi ultimi anni - ha detto Del Maffeo -; desidero ringraziare la Comunità montana, la Provincia, la Regione e la Pro Valtellina che ci hanno dato sostanziosi contributi economici; ringrazio la direzione dei lavori, l’impresa edile e anche i ragazzi della Pro loco che hanno volontariamente prestato la loro opera per la realizzazione del polifunzionale, anche sacrificando il loro tempo libero: a loro verrà affidata la gestione. Siamo in pochi ma uniti e collaborativi per far continuare a vivere questo piccolo paese che non vuole abbandonarsi all’oblio. Tra pochi giorni scadrà il mio mandato e sono felice di farlo in un’occasione come questa e nella giornata della festa patronale».

Contestualmente all’inaugurazione del polifunzionale e ai festeggiamenti per San Gottardo, è stato anche presentato il gonfalone: «Spriana non lo ha mai avuto, oggi finalmente c’è», ha sottolineato Del Maffeo prima di procedere al taglio del nastro del polifunzionale, un’operazione che è stata affidata a Francesca, Melissa, Serena e Giovanni, cioè a quattro dei sei bambini che vivono a Spriana - due non erano presenti perché ammalati - «perché questi piccoli rappresentano il futuro del nostro paese», ha concluso il primo cittadino. E dopo l’esecuzione dell’inno nazionale da parte della Banda della Valmalenco, via ai festeggiamenti con uno splendido pranzo sotto il tetto della nuova struttura di tutti gli abitanti di Spriana.


© RIPRODUZIONE RISERVATA