Passo San Marco, 700mila euro di opere  E da gennaio la gestione sarà dell’Anas
I muretti di protezione lungo la strada saranno rifatti

Passo San Marco, 700mila euro di opere

E da gennaio la gestione sarà dell’Anas

Il vicesindaco di Albaredo Patrizio Del Nero annuncia l’erogazione dei fondi. Andranno alla riqualificazione di parapetti e alla messa in sicurezza del bivio per Bema.

Una strada più sicura con 700mila euro di investimenti lungo i tratti prioritari del percorso che da Albaredo conduce al passo San Marco. La provincia ha pubblicato l’appalto dell’intervento che è possibile grazie allo stanziamento di risorse da parte della Regione su alcune delle arterie che rientrano in quella individuata come rete regionale per il loro interesse interprovinciale.

Lo scorso anno queste strade erano state ricomprese in un gruppo che avrebbe dovuto essere gestito da una apposita società di infrastrutture regionale. In seguito, la giunta della Lombardia ha deciso diversamente e ora si sta perfezionando il passaggio di competenza, che avverrà nei mesi a venire, in favore di Anas. Nel frattempo però, le risorse che la Regione aveva destinato alla riqualificazione di queste arterie sono state destinate alle Province di riferimento e nel caso della strada per il Passo San Marco si tratta di 700mila euro. I lavori saranno appaltati con l’inizio di gennaio del prossimo anno e la definizione degli interventi è stata possibile con un raccordo tra Provincia e comune di Albaredo che ha indicato le priorità presenti sul territorio. La messa in sicurezza si concentrerà su due interventi: il rifacimento, lungo un tratto di circa 1 chilometro e mezzo, dei parapetti di protezione a valle della carreggiata all’altezza del centro abitato, vista la necessità di messa a norma, e il rifacimento dei muri pericolanti e della pavimentazione sconnessa soprattutto nel tratto che dall’Alpe Lago di Albaredo conduce al Passo San Marco. «Opere importanti e giudicate prioritarie - afferma il vicesindaco di Albaredo, Patrizio Del Nero - alcune delle quali segnalate da anni come necessarie da parte della nostra amministrazione comunale. Si tratta però di un primo intervento che non risolve completamente le criticità del percorso e la sua riqualificazione, tanto che contiamo su ulteriori opere da programmare in futuro».

Altra priorità, anche questa in dirittura d’arrivo visto che si tratta soltanto di procedere con la gara d’appalto vista la disponibilità delle risorse e la definizione del progetto esecutivo, riguarda la messa in sicurezza dell’incrocio e le opere di sistemazione del versante al bivio tra Bema e Albaredo lungo la strada provinciale. Le opere sono state caldeggiate in questi anni e con segnalazioni anche recentissime, da parte dei Comuni di Albaredo e Bema. L’esigenza risponde a un reale pericolo a causa di una visibilità praticamente nulla e della ristrettezza della carreggiata. «La situazione - sottolinea Del Nero - si è ulteriormente aggravata a seguito di opere di disboscamento e aumento del flusso di traffico. Ci aspettiamo perciò di vedere completato l’intervento entro l’apertura del mese di maggio del Passo San Marco».


© RIPRODUZIONE RISERVATA