Passaggi a livello da eliminare  Colorina lavora al sottopasso
Obiettivo eliminarne i passaggi a livello (Foto by archivio)

Passaggi a livello da eliminare

Colorina lavora al sottopasso

Dopo la convenzione con Rfi, Forcola e Berbenno, tempi più corti. Codega: «Entro marzo il carotaggio, poi i progetti. Inizio opere nel 2020».

Passaggi a livello: con l’accordo stretto insieme a Forcola, Berbenno e Rfi, il Comune di Colorina pensa al sottopasso pedonale. Anche per l’amministrazione comunale di Doriano Codega, dopo la sottoscrizione della convenzione con i Comuni vicini, si accorciano i tempi per le opere compensative che saranno realizzate in seguito alla soppressione di tre passaggi a livelli della linea Colico – Sondrio al chilometro 25+554 nel territorio comunale di Forcola, al chilometro 27+010 a Colorina e al chilometro 29+145 a Berbenno di Valtellina. In base al cronoprogramma le opere verranno completate nel dicembre 2021, «abbiamo approvato a fine novembre lo studio di fattibilità tecnico-economico- dice il sindaco Codega- entro marzo dovremo iniziare con i carotaggi del terreno, verrà utilizzata la prima parte del 2019 per completare la progettazione per poi realizzare i lavori nel 2020».

Il percorso è iniziato diversi anni prima dallo studio della Prefettura di Sondrio con la Provincia di Sondrio dove sono stati individuati i tre passaggi a livello come critici stante la diretta interferenza con la statale 38.

«La somma totale versata da Rfi è di circa 2milioni di euro, di cui poco più di 1 milione (1.060mila) per le opere sul territorio di Colorina. Quello che abbiamo chiesto e ottenuto – dice il sindaco – è stato un intervento straordinario per mettere mano ad una situazione di criticità straordinaria. In questo modo i cittadini potranno attraversare la statale in sicurezza. É stato un percorso lungo - continua - in cui siamo partiti con l’imposizione della soppressione del passaggio a livello senza nessuna garanzia per poi arrivare a una contropartita di 250mila euro, compensazione non sufficiente per realizzare un’opera di sicurezza per i cittadini». Perché la 38 divide l’abitato e i suoi servizi «ed essendo molto trafficata e con un lungo rettilineo risulta pericolosissima durante l’attraversamento dei cittadini – ancora Codega - . Per questo non si poteva scendere a compromessi e abbiamo insistito per condividere questa necessità con tutti gli enti coinvolti». Nel dettaglio a Colorina verrà realizzato un sottopasso ciclopedonale in prossimità del casello al chilometro 26+055, intervento strategico e funzionale a un’altra opera, la pista ciclabile in fregio alla statale che si collegherà con il sottopasso e con la pista già presente a Colorina.

«In questo modo i cittadini potranno attraversare la statale e raggiungere le abitazioni e i servizi presenti in tutta sicurezza». Inoltre in accordo con Berbenno, ciascuno per la parte di competenza, si metterà mano alla riqualificazione della viabilità posta in fregio alla sede ferroviaria dalla via Buzzi continuando in direzione Berbenno per circa 300 metri attraverso la bonifica del pacchetto stradale esistente, la revisione della livelletta stradale, nonché l’asfaltatura del tratto . «Un altro lotto importantissimo – ancora il primo cittadino - in cui andremo a ripristinare le infrastrutture presenti con la stessa funzionalità che avevano prima dell’alluvione ’87. Per quest’ultimo intervento Rfi verserà 75mila euro. Dopo questo lotto funzionale occorrerà fare un approfondimento con gli altri enti per valutare l’opportunità di continuare l’intervento per realizzare un’importante e sicura bretella di servizio in modo da arrivare al cavalcavia di San Pietro ed evitare l’immissione con le auto sulla statale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA