Parte l’invito alle scuole per sciare in area Palù
La Valmalenco invita le scuole a sciare sulle piste del Palù

Parte l’invito alle scuole per sciare in area Palù

Inviata una proposta dalla Fab agli istituti della provincia per avvicinare i ragazzi alla neve senza andare incontro ad alti costi.

Getta il cuore oltre l’ostacolo com’è solita fare la Fab, Funivia al Bernina, di Franco Vismara. Fatte le debite valutazioni sulla stagione in corso e sull’andamento generale del mercato dello sci tendenzialmente negativo, cerca delle possibili soluzioni, proponendo iniziative in grado di migliorare la situazione.

È di questi giorni, infatti, l’invio ai docenti di Scienze motorie e sportive delle scuole della provincia di Sondrio, situate fra Colico e Tirano, tramite l’Ufficio Scolastico Provinciale di una proposta di avvicinamento alla pratica dello sci per i ragazzi, formulata dalla Fab stessa in stretta collaborazione con la Scuola Sci della Valmalenco.

«Si tratta di organizzare pomeriggi sciistici sul comprensorio del Palù - precisa Vismara – a prezzi veramente contenuti e utili a permettere a tutti gli alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado comprese in questo territorio, di praticare gli sport della neve che vanno dallo sci alpino, allo sci nordico, allo snowboard».

«Si tratta di un’idea venuta constatando come il perdurare della crisi abbia reso economicamente difficoltoso alle famiglie valtellinesi far praticare lo sci ai figli in età scolare - la considerazione che arriva sempre da Vismara -. Questa situazione è un vero peccato, perché si tratta di uno degli sport più belli e sani, in quanto praticato all’aria aperta, a contatto con la natura, in un ambiente ancora incontaminato, utile peraltro per forgiare gli animi dei ragazzi e far loro apprezzare le bellezze della loro terra».

«Questa proposta differisce dalle altre - precisa l’esponente della Fab -, perché si vuole attivare dal lunedì al venerdì, esclusi eventuali festivi, da oggi al 19 marzo un trasporto con pullman gran turismo che partendo da Colico e da Tirano, indicativamente intorno alle 11-11.30 di ogni giorno interessato, raccolga a diversi orari e nelle rispettive scuole tutti gli alunni interessati per trasportarli sui campi di sci e riportarli a casa. L’arrivo è previsto sempre alle scuole alla sera, con orario di rientro massimo 17.30-18».

Non solo questo però, in quanto anche l’attività una volta raggiunte le piste sarà organizzata al meglio. «Sui campi di sci i giovani verrebbero divisi in classi legate alla scuola sci - prosegue Vismara -. Farebbero due ore di lezione con i maestri della Scuola Sci Valmalenco oltre, laddove ne abbiano la capacità e con l’autorizzazione dei genitori, a sciare liberamente da soli nella conca del Palù».

Un pacchetto complessivo che permette di praticare e apprezzare questa disciplina senza strafare. «Si tratta di un totale previsto di quattro ore di sci-giorno e tenuto conto che alle lezioni saranno abbinati corsi di sicurezza sulle piste e di pronto soccorso».

Una scuola di sci, ma anche di vita in montagna a tutto tondo, quella che propongono Fab e maestri di sci per un costo indicativo di 16 euro a giornata comprensivo di trasporto, lezione e skipass.

Non è finita. Nell’ambito di questa iniziativa è stato previsto anche un pacchetto completo di formazione sugli sci pari a undici giornate al costo di 150 euro pro capite.

Ogni ulteriore informazione su questa proposta può essere richiesta rivolgendosi all’indirizzo mail [email protected]


© RIPRODUZIONE RISERVATA