Parcometri e ztl, calano le multe in città
Gli agenti della polizia locale al lavoro, in primo piano Antonio Danelli

Parcometri e ztl, calano le multe in città

Dimezzate le multe per i trasgressori delle regole della zona a traffico limitato, in calo drastico quelle elevate dagli ausiliari del traffico per i parcometri, in aumento le irregolarità sugli stalli riservati ai disabili, con anche due segnalazioni penali per la contraffazione del tagliando, ma in generale una sostanziale conferma del trend degli ultimi anni.

È questo il quadro che emerge dal bilancio dell’attività svolta dalla polizia locale nel 2014 per quanto riguarda le contravvenzioni in città così come delineato dal comandante Mauro Bradanini e dal sindaco Alcide Molteni.

La fotografia scattata dice che le violazioni statiche, ovvero tutte quelle relative alla sosta, nel 2014 sono state più o meno le stesse del 2013, mentre le violazioni dinamiche hanno visto una netta diminuzione, passando dalle 3.572 del 2013 alle 2.203 dell’anno scorso, dato però imputabile alla diminuzione dei divieti di transito nella zona a traffico limitato che si sono di fatto dimezzati passando da 2.216 a 1.100. «Anche se - sottolinea il comandante -ci sono sempre più di mille automobilisti che transitano indebitamente».

Elemento dolente, come lo ha definito lo stesso Bradanini, è l’abuso degli stalli dedicati alle persone invalide: da 93 del 2013 le sanzioni sono passate a 163 nel 2014.

In diminuzione gli incidenti come gli accertamenti degli ausiliari della sosta - calo del 35% essendo passati da 6.144 a 5.211 -, trend positivo che si riscontra, seppur con variazioni minime, anche per gli accertamenti amministrativi. Infine sono 175 le ore che la polizia locale ha dedicato nel 2014 a un programma di educazione alla legalità nelle scuole, mentre l’attività anagrafica ha registrato nel 2014 1.549 pratiche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA