Parco delle Orobie, il rinnovo  Codega è il nuovo presidente
Da sinistra: Gian Antonio Pini, Tiziano Maffezzini, Doriano Codega, Walter Raschetti, Franco Angelini, Emanuele Nonini

Parco delle Orobie, il rinnovo

Codega è il nuovo presidente

Cambio della guarda ai vertici del Parco delle Orobie valtellinesi: al posto di Walter Raschetti, per tre mandati alla guida dell’ente, arriva Doriano Codega, sindaco di Colorina, neoeletto presidente che ha già individuato le strategie future.

«La sfida sarà quella di coniugare il rispetto dell’ambiente con lo sviluppo del territorio - ha detto fresco di elezione venerdì nella sede del Parco alla Moia ad Albosaggia -: sarà un lavoro di squadra, che vedrà impegnati il Consiglio di gestione e tutti i sindaci, uno sforzo collettivo per ribadire la rilevanza strategica delle aree montane. Partiremo da ciò che è stato realizzato dal presidente Raschetti, che mi ha lasciato un ente in ottima salute» ha voluto puntualizzare in una nota, dichiarandosi soddisfatto per il nuovo compito affidatogli e ringraziando «chi ha riposto la sua fiducia in me e garantisco il massimo impegno per valorizzare le straordinarie caratteristiche del nostro parco».

A presiedere la seduta, il past president: «Sono io a dover ringraziare per la fiducia, che mi è stata accordata dai tre presidenti della Provincia, che mi hanno nominato - ha detto Raschetti, elencandoli uno dopo l’altro -: Fiorello Provera, Massimo Sertori e Luca Della Bitta. Per me è stata un’esperienza bellissima: un incarico che ho svolto con impegno e grande passione». E ha aggiunto: «Ringrazio i dipendenti, i collaboratori e i consiglieri, con cui ho condiviso il lavoro. Il nuovo presidente e i consiglieri sono amministratori preparati: sono certo sapranno gestire il Parco nel migliore dei modi in un momento di grande cambiamento».

Secondo quanto previsto dallo statuto, il consigliere provinciale Franco Angelini, delegato del presidente della Provincia Elio Moretti, e i presidenti delle tre Comunità montane, Emanuele Nonini, Tiziano Maffezzini e Gian Antonio Pini, all’unanimità, dopo aver eletto il nuovo presidente, sono passati all’elezione degli altri componenti del Consiglio di gestione: il sindaco di Forcola Tizano Bertolini, Dario Corvi, primo cittadino di Aprica e il sindaco di Cedrasco Nello Oberti, che già ne faceva parte. Per gli altri due membri bisognerà però attendere la designazione di Regione Lombardia e quella congiunta delle associazioni agricole. Con i quattro componenti già eletti, il Consiglio di gestione è comunque pienamente operativo.

Il 2020 sarà un anno di cambiamenti per il Parco, in quanto nei prossimi mesi completerà la riforma delle aree protette voluta dal Pirellone, che sul nostro territorio vedrà l’istituzione di un nuovo ente, che riunirà il Parco delle Orobie, sei riserve e due monumenti naturali: un solo ambito territoriale ecosistemico per tutta la provincia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA