Parcheggi a Chiavenna, ora si paga anche con lo smartphone
Uno dei parcometri già in funzione a Chiavenna

Parcheggi a Chiavenna, ora si paga anche con lo smartphone

Sistema avviato. Per ora sono sei le colonnine dove si può effettuare l’operazione senza cash.

Sistema operativo avviato. C’è voluto un anno ma finalmente sono i parcheggi a Chiavenna sono pagabili elettronicamente. L’operazione varata dall’amministrazione comunale all’inizio dell’estate del 2018 si è conclusa in questi giorni con l’operatività dell’applicazione che attraverso lo smartphone consentirà di pagare la sosta senza mettere mano, se non virtualmente, al portafoglio. Niente carta di credito o pago-bancomat comunque, come preventivato in un primo momento. Il pagamento dovrà obbligatoriamente passare da alcuni passaggi tecnici con lo smartphone. Il primo è quello di scaricare, gratuitamente, l’applicazione EasyPark disponibile su tutte le piattaforme. A quel punto va inserito il numero di cellulare. Poi, una volta identificato il parcheggio va inserito il codice dello stesso. Sulla schermata compare una specie di disco orario da cui selezionare il tempo di sosta desiderato. Quindi si può procedere con il pagamento. Tutto, comunque, abbastanza intuitivo. Un’operazione per quanto riguarda lo scaricamento della app, che non vale naturalmente solo per i parcheggi chiavennaschi, va fatta una volta sola. Attualmente le colonnine dove è possibile effettuare l’operazione senza cash sono sei. Dislocate nei parcheggi più grandi attorno al centro storico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA