Palazzo pericolante a Valdisotto, la parola passa ai periti
Il condominio Zebrù 2 (Foto by Foto Rinaldi)

Palazzo pericolante a Valdisotto, la parola passa ai periti

Per i condomini, tutti turisti, la causa è da ricercarsi nei lavori per la realizzazione della variante di Santa Lucia, la galleria stradale lungo la 38.

Saranno i periti del Tribunale a stabilire le cause delle numerose e rilevanti crepe che caratterizzano il condominio “Zebrù 2” sito in via Al Forte a Valdisotto dichiarato inagibile dal sindaco Sergio Bracchi circa una settimana fa. Per i condomini, tutti turisti, la causa è da ricercarsi nei lavori per la realizzazione della variante di Santa Lucia, la galleria stradale lungo la 38. Occorre rilevare che il condominio è posto su un versante molto ripido ed è sorvegliato speciale da circa un anno.

I fenomeni di dissesto, però, si sono intensificati e le ultime misurazioni effettuate dai tecnici hanno fornito un quadro non di certo rassicurante: di qui la necessità di un’ordinanza sindacale per salvaguardare la pubblica e privata incolumità. Il primo cittadino ha quindi dichiarato l’inagibilità temporanea dell’immobile condominio “Zebrù 2” ma anche del piccolo fabbricato di proprietà della “Rose S.r.l.” inibendone l’utilizzo per i proprietari, per gli occupanti a qualunque titolo nonché per chiunque vi possa accedere, sino al perdurare delle condizioni rilevate e comunque fino alla sua messa in sicurezza mediante l’esecuzione di tutte le opere necessarie.

La gravità della situazione è confermata anche dall’installazione di una nuova rete di monitoraggio (inclinometri, piezometri fessurimetri e rete topografica locale) sul versante a monte dei fabbricati/condomini “Zebru’ 1” e “Zebru’ 2”. Le letture dovranno essere condotte con cadenza settimanale-quindicinale (o comunque con frequenza compatibile con il progredire dello stato deformativo che si dovesse registrare) oltre che comunicate tempestivamente e sistematicamente al comune di Valdisotto. Negli stabili interessati si è inoltre provveduto al blocco/distacco delle utenze, dall’ energia elettrica, all’acqua, al telefono.


© RIPRODUZIONE RISERVATA