Osservatorio, fondi e nuovi progetti
Una delle tante iniziative organizzate dall’Osservatorio astronomico di Ponte in Valtellina

Osservatorio, fondi e nuovi progetti

Un libro ne racconterà la storia e saranno installate attrezzature didattiche per le scuole

Un contributo speciale dall’ente montano. Buoni i risultati del progetto “Prisma” per lo studio delle meteoriti

L’Osservatorio astronomici Piazzi di Ponte in Valtellina compie quest’anno dieci anni di attività e il Comune ha intenzione di festeggiare l’anniversario con eventi speciali.

Per sostenere il programma, che sarà dettagliato nei prossimi mesi, la Comunità montana di Sondrio erogherà un contributo aggiuntivo straordinario di 2.500 euro che si aggiunge ai 2mila euro annuali pattuiti nella nuova convenzione approvata di recente . Rispetto alla precedente convenzione la quota annuale è scesa da 2.500 a duemila euro, ma – vista la ricorrenza – quest’anno è compensata dal finanziamento straordinario. Nella convenzione, che scadrà a fine 2020, sono raggruppate alcune altre attività sul territorio: il percorso etnografico di Castello Dell’Acqua con mulino, pila e fucina, la miniera La Bagnada di Lanzada e il mulino “De la Rosina” di Castione. Per tutti la Cm erogherà, nel biennio 2019-2020, 2mila euro.

«È un anniversario importante per la nostra struttura che pensiamo di festeggiare in particolare con “Ponte sotto le stelle” - offre qualche anticipazione il direttore Rino Vairetti-. Abbiamo intenzione di realizzare un libricino con la storia dell’osservatorio e installare delle attrezzature didattiche e divulgative utili durante la visite delle scuole».

Intanto è stato avviato all’osservatorio e sta dando buoni frutti il progetto “Prisma” che prevede l’osservazione e lo studio di meteore brillanti (bolidi) per determinare le orbite degli oggetti e delimitare, con un buon grado di approssimazione, le aree dell’eventuale caduta di meteoriti che in genere è associata a questi eventi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA